Fico d’India: tutte le proprietà e i benefici del frutto settembrino

“Regolarizza il transito intestinale, stimola la diuresi, protegge dallo stress ossidativo e mantiene la pelle sana”. La dott.ssa Marianna Tommasone ci svela tutti i benefici di questo incredibile frutto esotico

Dott.ssa Marianna Tommasone

Coloratissimi e gustosi, i fichi d’India sono un frutto settembrino molto prelibato e diffuso sulle tavole italiane del Sud. La pianta, originaria del Messico, cresce in tutto il bacino del Mediterraneo e in altre zone calde del pianeta (da noi soprattutto in Calabria e in Sicilia), e viene raccolto tra agosto e settembre. Oltre ad essere un frutto dolce e delicato, è anche ricco di importanti proprietà nutrizionali che apportano numerosi benefici all'organismo umano. La dott.ssa, biologa nutrizionista, Marianna Tommasone ce li ha svelati in questa interessante intervista.

“Il fico d’india è ricco di acqua, povero di sodio e rappresenta una buona fonte di zuccheri semplici, potassio, fosforo, calcio, vitamina A, vitamina C (maggiormente presente nella varietà rossa) e antiossidanti quali betalaine, carotenoidi, flavonoidi responsabili anche dei diversi colori del frutto. Quasi la totalità dell’energia è rappresentata dagli zuccheri semplici contenuti nella polpa (fruttosio e glucosio), collocandosi tra la frutta a medio indice glicemico. Tuttavia, la presenza di fibre favorisce una riduzione dell’assorbimento intestinale degli zuccheri per cui il fico d’India può essere consumo anche dai soggetti diabetici, sempre nell’ambito di un regime alimentare controllato.Il contenuto lipidico piuttosto basso (0,10 g per 100 g di parte edibile) è concentrato principalmente nei semi da cui si ricava l’olio di fico d’India. Tra gli acidi grassi quelli più rappresentativi sono acido linolenico, linoleico, oleico, palmitico. Inoltre, nei semi sono presenti anche steroli vegetali che favoriscono una riduzione dei livelli ematici di LDL-colesterolo. 


Per la presenza di questi preziosi nutrienti, il fico d'India apporta diversi benefici all'organismo:

  •  Stimola la diuresi: grazie al basso contenuto in sodio e all’alto contenuto in acqua e potassio, il frutto è particolarmente adatto in caso di ritenzione idrica, cistite, calcoli renali, ipertensione.
  • Aiuta a regolarizzare il transito intestinale: questo frutto si caratterizza per l’elevato contenuto in fibre insolubili rappresentate da cellulosa, emicellulosa, lignina e pectine che a contatto con l’acqua formano un gel, riducendo la permanenza nel lume intestinale e facilitando l’espulsione della massa fecale con conseguente riduzione del rischio di colonizzazione batterica indesiderata.

  • Protegge l’organismo dallo stress ossidativo: la vitamina C e gli antiossidanti contrastano l’azione dei radicali liberi responsabili di stati infiammatori alla base di molte patologie. Questo effetto protettivo è maggiormente presente nella varietà con i frutti di colore rosso per la presenza delle betalaine. In oltre, questi pigmenti aiutano a proteggere le lipoproteine LDL dall’ossidazione con effetto protettivo sul sistema cadiocircolatorio.
  • Mantiene la pelle sana: la vitamina C, oltre a svolgere un’azione antiossidante, è fondamentale per la corretta formazione del collagene, una proteina che conferisce resistenza a diversi tessuti tra cui pelle, capelli, unghie e cartilagini. In oltre, la vitamina A è in grado di ritardare il processo di cheratizzazione dei tessuti e, quindi, di mantenere più a lungo la pelle morbida e compatta".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

  • Allerta meteo su Napoli, parchi cittadini chiusi il 16 ottobre

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

Torna su
NapoliToday è in caricamento