rotate-mobile
Politica

Maresca torna in magistratura, Clemente: "Gravissimo che avvenga a due passi dalla città in cui è consigliere"

Le parole dell'ex assessore

Il Consiglio superiore della magistratura ha dato il suo via libera al rientro in ruolo di Catello Maresca, ex sostituto procuratore generale di Napoli che era andato in aspettativa per candidarsi a sindaco della città.

Maresca, che ha chiesto di tornare a fare il magistrato, è stato assegnato alla Corte d'Appello di Campobasso. Il plenum ha espresso 11 voti a favore e 11 astensioni, ma non sono mancate le polemiche.

“In un momento in cui nel Paese si fa la lotta al correntismo nella magistratura e si condannano le influenze politiche nei confronti dei massimi organismi di controllo del potere giudiziario, leggere del reintegro in servizio di Catello Maresca è qualcosa che stride macroscopicamente con il sentire comune dei cittadini, oltre che con i principi fondamentali di autonomia e separazione tra i poteri dello Stato".

Lo dichiara Alessandra Clemente, consigliera comunale della città di Napoli. "Maresca - aggiunge Clemente - ricopre una carica politica importante, guida i suoi in Aula, è molto grave che possa esercitare anche il suo potere da magistrato in un foro a due passi dalla città di cui è consigliere comunale”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maresca torna in magistratura, Clemente: "Gravissimo che avvenga a due passi dalla città in cui è consigliere"

NapoliToday è in caricamento