Decreto sicurezza, de Magistris: "A Napoli non si applicano leggi in contrasto con la Costituzione"

I sindaci sfidano il Ministro dell'Interno Salvini sulla questione migranti: "Atto di obbedienza costituzionale"

E' scontro aperto tra alcuni sindaci di importanti città italiane e il Ministro dell'Interno Matteo Salvini sul decreto Sicurezza. Il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha infatti disposto la sospensione dell'applicazione del decreto nella parte che riguarda i migranti. Anche il primo cittadino partenopeo Luigi de Magistris ha già fatto sapere che a Napoli "non saranno applicate leggi in contrasto con la Costituzione".

LA POSIZIONE DI DE MAGISTRIS

"Dall'inizio abbiamo sempre detto che non si tratta di una questione nominativa di sospendere una legge che, in quanto tale non si può sospendere. Noi a Napoli abbiamo sempre dato una direttiva: le leggi si applicano solo in maniera conforme alla Costituzione. Più che un atto di disobbedienza civile è un atto di obbedienza costituzionale. Una legge in contrasto alla Costituzione a Napoli non sarà applicata, la nostra amministrazione si è sempre orientata in questo modo. Non abbiamo bisogno di nessun atto. Io sono orgoglioso di un'amministrazione dove non c'è bisogno di una direttiva autoritaria politica, ma dove la direzione è condivisa. La parte della legge sicurezza in contrasto con la Costituzione, con i diritti come l'uguaglianza, l'asilo, il fatto di avere tutti gli stessi diritti e doveri, non verrà assolutamente applicata". Così il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris ad Adnkronos.

LA REAZIONE DI SALVINI

Non si è fatta attendere, come prevedibile, la replica di Matteo Salvini: "E' gravissimo. I sindaci ne risponderanno personalmente, penalmente e civilmente, perché si tratta di una legge dello Stato che mette ordine e regole", ha affermato il Ministro dell''Interno ai microfoni del Gr1.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il numero uno del Viminale ha poi rincarato la dose nel corso di una delle sue consuete dirette Facebook: "Il decreto sicurezza dà un taglio all'enorme business dell'immigrazione clandestina. Fate quello che volete, non fate un dispetto a Salvini, ma ai palermitani, ai napoletani, ai milanesi, agli italiani che vogliono semplicemente più tranquillità". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavatrice: gli errori che non sai di commettere, ma che paghi in bolletta

  • Torna l'ora solare: lancette indietro di un'ora

  • Gianluca Manzieri: "Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per affrontare il male e per sconfiggerlo"

  • Giuseppe Vesi: "Non ci sono scuse per quello che ho fatto. Ora non esco di casa perchè ho paura"

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - A centrocampo può restare Palmiero: "Decidono Gattuso e Giuntoli"

  • Improvviso (e imprevisto) temporale su Napoli: tregua dall'afa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento