Politica

De Luca: "Crescono i decessi Covid. Vaccinatevi tranquilli, sarò il primo a fare la terza dose"

Dal governatore nella consueta diretta del venerdì un invito ai campani a completare entro ottobre l'immunizzazione. Critiche a Salvini e Meloni: "Cosa propongono?"

La sanità della Campania tiene alla nuova ondata di Coronavirus. È il messaggio principale sottolineato da Vincenzo De Luca, nella consueta diretta streaming del venerdì. "Possiamo avere fiducia per il futuro, tanto più grande quanto più ci impegneremo in questi ultimi mesi in uno sforzo conclusivo nella campagna di vaccinazione - ha spiegato il governatore - Dateci una mano a completarla e non ascoltate chi dice stupidaggini, non abbiate paura né preoccupazioni, sarò il primo a fare la terza dose".

De Luca ha insistito molto sulla necessità di andare avanti coi vaccini. "Facciamo un chiarimento, c'è chi ha preoccupazioni legittime sul vaccino dovute alla comunicazione sgangherata fatta da Roma. Di fronte a queste preoccupazioni abbiamo il massimo rispetto, ma per chi è in buona fede ci sono tutti gli elementi per capire che si può andare avanti in tranquillità. Non è successo niente ai vaccinati, a nessuno. Se prima ci poteva essere qualche dubbio su Janssen e AstraZeneca, oggi non c'è motivo di avere paura. In Campania somministriamo solo Pfizer e Moderna".

No Green pass, Salvini e Meloni

È poi il momento della stoccata ai no-vax duri e puri. "Un altro settore invece adotta comportamenti scriteriati e demenziali - attacca De Luca - Quando si vive in una comunità non si è liberi di fare ognuno quello che gli passa per la testa. Quando avevamo i reparti ingolfati di Covid abbiamo tolto la libertà a dei cittadini che avevano altre malattie, che non hanno potuto godere della libertà di cura. Si sono chiusi i reparti ordinari. Se la tua presunta libertà vuol dire togliere la libertà di cura ad altri, la cosa è inaccettabile".

E quindi "bene ha fatto Draghi a confermare che si va verso l'obbligo della vaccinazione com'è giusto che sia". "Salvini, Meloni - prosegue il numero uno di Palazzo Santa Lucia - Non si è capito bene cosa propongono. Uno un po' primitivo, l'altra persona gradevole ma accomunati da una linea di comune irresponsabilità. Ma la vostra proposta qual è? No Green pass? Già più di un anno fa avete promosso iniziative contro vaccinazioni, chiusure, misure di prevenzione. Ricordo cortei a Roma, con persone senza mascherina. Dobbiamo segure la strada del Brasile? Salvini non fa testo, ma anche una persona gradevole come l'onorevole Meloni non è chiaro cosa proponga. Non facendo nulla salviamo tutti come, per magia? Il mondo non funziona così, e meno che mai se parliamo di un'epidemia particolarmente complicata".
"Poi abbiamo le notizie false - ironizza ancora il presidente della Campania - Mi hanno mandato un video di uno squinternato virologo fiammingo che prevedeva una sorta di fine del mondo con la campagna vaccinale. Mi sembrava essere nel Medioevo, alla fine del 999. Doveva esserci la fine del mondo allo scoccare dell'anno mille. Ma fu un bel periodo, ci fu un dicembre molto allegro, scapigliato e creativo, tutti a gavazzare".

"Da Napoli è venuta una bella immagine - ha concluso il capitolo no-vax De Luca - Doveva esserci questa manifestazione No Green pass alla stazione centrale, erano in due. Ma che meraviglia. Avevano la panza, forse non erano davvero lì per la manifestazione ma avevano mangiato una pizza fritta. Ci auguriamo che anche la mancata manifestazione sia segnale di una ripresa di buon senso. Ma teniamo sempre conto che c'è almeno un 10% di persone con cui perdiamo tempo".

Vaccini e scuola

Questione scuola. "Abbiamo ieri avuto un incontro con i dirigenti scolastici, e ho voluto ringraziarli per la prova che abbiamo dato. In Campania siamo i primi come vaccinazioni del personale scolastico. Chi sta nelle scuole, anche se dipendenti di altre amministrazioni, anche se impegnati nelle mense, tutti dovranno avere il Green pass", spiega De Luca. Che aggiunge: "Poi c'è la questione studenti. In campania i residenti tra 5-12 anni sono sono 509mila, di questi 304mila hanno aderito alla campagna. Ne mancano 200mila. Dobbiamo fare uno sforzo in più, per stare tranquilli quando a metà settembre si aprirà l'anno scolastico in presenza. Sui 304mila la prima dose è stata fatta a 282mila, la seconda a quasi 200mila. Vi chiedo di darci una mano a completare l'immunizzazione della popolazione studentesca se vogliamo stare tranquilli".

La vicenda campo nomadi

"Ieri è emerso un problema sul campo rom di Giugliano. C'è stato un ricoverato per Covid, e col tracciamento nella sua famiglia abbiamo trovato 8 membri positivi. Nel campo ci sono 452 rom, 270 sono stati testati, altri non hanno ritenuto di farsi il tampone. Su quelli testati abbiamo trovato ieri 17 positivi, oggi altri 18, quindi 35 complessivamente. Dobbiamo stare attenti. Non sono tantissimi ma se non li individuiamo vanno in giro a contagiare". De Luca ha anche aggiunto: "Tra questi giovanotti abbiamo trovati 20 soggetti percettori del reddito di cittadinanza".

"Ricordate la coda per farsi il vaccino?"

"Vi dico questo per sottolineare che i focolai possono accendersi ovunque, anche dove non pensiamo, ed è questo il motivo per cui dobbiamo completare la campagna di vaccinazione - ha proseguito De Luca - Ricordate le code, la corsa al vaccino? Oggi abbiamo i centri vaccinali aperti e pochi rispondono alla chiamata. Quasi in ogni condominio c'era ad aprile dell'anno scorso una persona che moriva di Covid. Non torniamo a quel periodo. Stiamo attenti perché cominciamo a registrare numeri preoccupanti per quanto riguarda i decessi, anche di persone giovani. Facciamo un atto di responsabilità e vacciniamoci tutti entro settembre-ottobre".

Sanità, trasporti e opere pubbliche

De Luca non ha mancato di parlare dei programmi per il prossimo futuro della Regione. Queste le sue parole: "Prosegue il lavoro sulla Sanità. Vogliamo realizzare intorno al Santobono, con un grande investimento di centinaia di milioni di euro, una stuttura all'avanguardia in Europa per quanto riguarda la pediatria. Inoltre, amplieremo il Monaldi acquisendo un edificio Inps. Andiamo avanti anche sul tema del lavoro. A chi ha partecipato al concorso Formez oggi verrà richiesta la sede per andare a lavorare a tempo indeterminato dalla prossima settimana. E per quanto riguarda i trasporti, ci sarà l'abbonamento gratuito per gli studenti ma soltanto per quelli vaccinati. Ed Eav con la ripresa dell'anno scolastico aumenterà le corse".

"Capitolo opere pubbliche - ha aggiunto ancora e concluso il governatore - Stiamo definendo un progetto per il lungomare di San Giovanni a Napoli, e ne presenteremo un altro per Salerno, dove sono state già realizzate spiagge bellissime. Cambieremo tutto il fronte di mare fino a Pontecagnano rilanciando l'economia della balneazione. Entro il 21 finiscono i lavori di piazza della Libertà a Salerno dove sarà completato uno dei più grandi parcheggi interrati d'Italia, un'altra di quelle grandi opere che daranno una nuova identità alla città. Stiamo riprendendo anche il lavoro sugli impianti di compostaggio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca: "Crescono i decessi Covid. Vaccinatevi tranquilli, sarò il primo a fare la terza dose"

NapoliToday è in caricamento