Sabato, 23 Ottobre 2021
Politica

Comune di Napoli, approvato in Consiglio il Rendiconto 2020, il DUP e il bilancio di previsione 2021/2023

Alla presenza di 21 consiglieri, il Consiglio comunale, riunito nella Sala dei Baroni, ha approvato a maggioranza il Rendiconto di gestione 2020, il Documento Unico di Programmazione e lo schema del Bilancio di Previsione 2021-2023

La seduta del Consiglio Comunale di Napoli, presieduta da Alessandro Fucito, si è aperta quest'oggi presso la Sala dei Baroni al Maschio Angioino alla presenza di 21 consiglieri.

Il Sindaco de Magistris è intervenuto per comunicare all'aula la redistribuzione delle deleghe tra gli assessori. Successivamente hanno preso la parola, sull’ordine dei lavori, i consiglieri Vincenzo Moretto (Misto – Lega Napoli Salvini), Anna Ulleto (Misto), Ciro Langella (Gruppo misto di maggioranza), Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle), Elena Coccia e Chiara Guida (Sinistra Napoli in Comune a Sinistra – Ecologista e democratica).

Rosaria Galiero, assessora al Bilancio, ha quindi illustrato le delibere all’ordine dei lavori, in particolare il Rendiconto di Gestione 2020, il Documento Unico di Programmazione e il Bilancio di Previsione 2021-2023, sottolineando l’eccezionalità dell’approvazione, a settembre del 2021, di previsioni fino al 2023. "Nelle tre delibere - ha detto l'assessora Galiero - vi è la possibilità di mettere in sicurezza anche la prossima Amministrazione rispetto ai fondi messi a disposizione nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Nel Rendiconto il dato fondamentale è quello del recupero del disavanzo per circa 147 milioni, basato sulle leve dell’accertamento e della lotta all’evasione. Tanti sono gli ostacoli incontrati e tanti gli interventi messi in campo per valorizzare gli strumenti utili ad aumentare le entrate per compensare i mancati trasferimenti, ha sottolineato l’assessora, che ha poi ricordato i principali programmi del DUP, tra cui i piani di recupero e rigenerazione urbana di molte zone della città, da Scampia a Bagnoli, il tema del lavoro e le azioni rivolte a mettere in sicurezza le fasce sociali con particolari bisogni. Il punto fondamentale del bilancio è il completamento di alcuni processi avviati dall’Amministrazione, con stabilizzazioni di personale e nuovi ingressi".

Nel dibattito successivo sono intervenuti vari consiglieri. Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle) ha sottolineato i molti errori contenuti nei documenti e preannunciato che sarebbe uscito dall’Aula. Mario Coppeto (Sinistra Napoli in Comune a sinistra – Ecologista e democratica) ha richiamato il senso di responsabilità politica del proprio gruppo, favorevole a votare il bilancio. Claudio Cecere (DemA) ha ringraziato il Sindaco e l’intera Giunta per il lavoro svolto e ha annunciato il proprio voto favorevole. Elena Coccia (Sinistra Napoli in Comune a Sinistra – Ecologista e democratica) ha ribadito il proprio convinto voto favorevole.

È stato quindi approvato a maggioranza, con l’astensione del consigliere Sergio Colella (Davvero – Sostenibilità & Diritti) e il voto contrario dei consiglieri Vincenzo Moretto, Anna Ulleto, Marco Nonno, Alessia Quaglietta e Salvatore Guangi, il Rendiconto di gestione 2020. Subito dopo l’approvazione di un maxiemendamento, è stato approvato a maggioranza, sempre con l’astensione del consigliere Colella e il voto contrario dei consiglieri Vincenzo Moretto, Anna Ulleto, Marco Nonno, Alessia Quaglietta e Salvatore Guangi, il Documento Unico di Programmazione 2021-2023. Prima del voto sul Bilancio di Previsione, sette emendamenti sono stati riuniti in un unico documento approvato a maggioranza, sempre con l’astensione del consigliere Colella.

Prima del voto finale sul bilancio, ci sono stati alcuni interventi per dichiarazioni di voto. Luigi Zimbaldi (Gruppo Misto di Maggioranza) ha ringraziato il Sindaco per il lavoro svolto in questi anni per la città. Alfonso Merolla (Davvero – Sostenibilità & Diritti) ha ringraziato il Sindaco e ha annunciato il proprio voto favorevole. Alessandro Fucito ha annunciato il proprio voto favorevole perché, ha detto, la città non merita il dissesto e il commissariamento ma, al contrario, una prospettiva per il futuro. Voto favorevole preannunciato anche da Francesco Vernetti (Dema), mentre Stanislao Lanzotti (Forza Italia) ha ribadito il proprio parere negativo sui documenti. Marco Nonno (Misto – Fratelli d’Italia) ha rimarcato la propria profonda distanza politica dalla maggioranza ma ha assicurato comunque la presenza in Aula. Rosario Andreozzi (Sinistra Napoli in Comune a Sinistra – ecologista e democratica) ha ricordato le molte vertenze che hanno attraversato la città e ringraziato l’Amministrazione per gli sforzi fatti in questi anni, e, pur ribadendo di aver intrapreso un percorso politico differente, ha assicurato il proprio voto favorevole. Infine, Salvatore Pace (Dema) ha dichiarato il proprio voto favorevole richiamando i profondi cambiamenti che in questi anni hanno attraversato la città, seppure in un momento di profonda crisi.

Il bilancio di previsione è stato quindi approvato a maggioranza con l’astensione del consigliere Colella e il voto contrario, così come precisato dal presidente dell’Assemblea, dei consiglieri Palmieri, Nonno, Ulleto, Quaglietta e Guangi.

Il sindaco Luigi de Magistris ha preso la parola in conclusione di seduta per ringraziare le donne e gli uomini del Comune che in questi anni hanno lanciato “il cuore oltre l’ostacolo” per amore di Napoli, i propri assessori e anche tutti i consiglieri che, esprimendo la propria posizione con chiarezza, hanno fatto sì che con la discussione sul bilancio si scrivesse una pagina alta per assicurare al prossimo Sindaco, chiunque sarà, di poter svolgere con serenità il proprio ruolo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Napoli, approvato in Consiglio il Rendiconto 2020, il DUP e il bilancio di previsione 2021/2023

NapoliToday è in caricamento