"In punta di piedi", quasi 5 milioni di spettatori per il film anticamorra

Grande successo di ascolti per il film con protagonista Cristiana Dell'Anna ispirato ad una storia vera

Grande successo di ascolti per "In punta di piedi", il film anticamorra del regista Alessandro D'Alatri ispirato ad una storia vera, con protagoniste Cristiana Dell'Anna e Bianca Guaccero, andato in onda su Rai 1 nella prima serata di lunedì 5 febbraio.

La storia di tre donne che si sono ribellate alla criminalità organizzata napoletana ha sfiorato i 5 milioni di spettatori (4 milioni 991mila) con uno share del 19.9%. In particolare, il film produzione di Rai Fiction ha registrato un buon successo tra il pubblico femminile over 35 con uno share del 26%.

"Il tv movie In punta di piedi segna un nuovo e speciale successo per la fiction del servizio pubblico", dichiara Eleonora Andreatta, direttore di Rai Fiction a proposito dei dati d'ascolto registrati ieri su Rai1 dal film prodotto in collaborazione con Casanova Multimedia, per la regia di Alessandro D’Alatri, che ha conquistato i 5 milioni di telespettatori toccando punte del 25.5 di share. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Risultati ottimi per un racconto anticamorra tutto al femminile, ispirato a una storia vera: la lotta di una madre coraggio per allontanare la propria figlia dall’orrore della criminalità e regalarle la possibilità di una nuova vita. Una pagina di riscatto in cui l’impegno e la passione per l’arte diventano la prova tangibile che un progetto di cambiamento è sempre possibile, ovunque. Oltre che per gli ascolti, siamo soddisfatti dell’accoglienza molto positiva che In punta di piedi ha ricevuto sui social network e in particolare su Twitter, dove gli utenti hanno sottolineato il grande valore di servizio pubblico di questa storia, elogiando il lavoro svolto da tutto il cast, dalla regia e dal team di scrittura per valorizzarne gli aspetti più emotivi, umani e psicologici lasciando sullo sfondo la violenza che generalmente viene enfatizzata nei racconti televisivi sulla camorra", conclude Andreatta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento