AISA e “Federico II” insieme il 6 gennaio per la ricerca sull’atassia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

L'AISA sezione Campania ha organizzato per il giorno di Domenica 6 gennaio 2013 per le ore 9:00 una assemblea generale annuale che si terrà presso l'aula Magna della Clinica Neurologica (Edificio 17) dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II", a Napoli in Via Sergio Pansini 5.
L'assemblea è anche sede del Convegno Medico sulla base di nuovi sviluppi terapeutici per l'atassia, che l'AISA, in collaborazione con il Professore Alessandro Filla (direttore del Dipartimento di Scienze Neurologiche dell'Università Federiciana) e la sua equipe, mette in atto per dare aggiornamenti sullo studio e la ricerca. L'altro scopo dell'assemblea è l'estrazione della "lotteria PRO-AISA". Non mancheranno aggiornamenti su nuovi progetti e su nuove attivita' dell'associazione.

Il tema del convegno medico, organizzato dalla sezione Campania della Associazione Italiana per la lotta alle Sindromi Atassiche guidata da Giuseppe Ruggiero e diretta operativamente da Paolo Zengara, tratterà le sintesi di aggiornamenti del progresso di Ricerca Scientifica della problematica di questa malattia genetica, che in Italia conta oltre 5.000 casi e comporta la progressiva perdita della coordinazione muscolare, rendendo difficoltosi i movimenti volontari. Durante il convegno saranno illustrate le relazioni e aggiornamenti del progresso di Ricerca Scientifica sulle atassie e gli sviluppi delle sperimentazioni con EPO (eritropoietina). che l'AISA ha contribuito al finanziamento per un importo di 40.000 euro e quello con LITIO per atassia spinocerebellare di tipo SCA, alias "LAMU"e in corso a Napoli. Sarà dedicato, inoltre, uno spazio all'approfondimento della fisioterapia nell'atassia ampliando il discorso anche sui progetti europei in merito alle Atassie.
Modera il convegno il Professor Alessandro Filla.

Torna su
NapoliToday è in caricamento