Luigi Liverino presenta i nuovi presepi in corallo e in conchiglia corniola

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

La novità di quest'anno è rappresentata dalle Natività in Conchiglia Corniola, apertamente ispirate ai valori di semplicità e sobrietà richiamati da Papa Francesco. La nuova linea in conchiglia, infatti, pur rispettando rigorosamente i canoni dell'alta produzione artigianale e mantenendo gli stessi standard estetici dei presepi in corallo, si presenta più economica per la sostanziale differenza di costo tra le due materie prime.

Ogni singolo pezzo, sia in corallo che in conchiglia corniola, trattandosi di due pregiati prodotti naturali, si configura come un prodotto da collezione: se solo si pensa a quanto sia complicato realizzare anche una piccola incisione sul corallo o sulla conchiglia (se si sbaglia, qualsiasi realizzazione ne risulterà seriamente compromessa), ci si può rendere conto di quanto sia delicata ed onerosa la produzione di una rappresentazione presepiale.

"Sono da sempre un amante del Presepe napoletano - dichiara il M° Luigi Liverino - quello classico, in terracotta. Ma da quando ho avuto modo di constatare la fatica e la passione che ci vogliono per completarne uno in corallo, mi sono reso conto che non c'è partita. Negli ultimi tre anni, due nostri Presepi sono stati commissionati da alcuni nostri clienti per essere donati a Papa Benedetto XVI, un vero esteta in materia di gusti e preferenze, che ci ha scritto per manifestare il suo apprezzamento. Una Natività in conchiglia corniola è già pronta per essere consegnata personalmente a Papa Francesco".

Torna su
NapoliToday è in caricamento