"Vesuvio lavali con il fuoco": vittime dei cori razzisti anche i dirigenti della Juve Stabia

Ieri le vespette erano impegnati a Viterbo per la trasferta del campionato di Lega Pro (gara vinta dagli stabiesi per 4-0). Il racconto del club manager Gianni Improta: "Eravamo circondati da 40 energumeni, hanno cantato cori razzisti"

(Indimenticabile striscione dei tifosi juventini)

I cori razzisti e l'immancabile "Vesuvio lavali col fuoco" continuano anche nelle categorie minori, e non solo al Nord. Questa volta nel mirino sono finiti i giocatori e la dirigenza della Juve Stabia, squadra di Castellammare che sta dominando in Lega Pro (prima a 9 punti dalla seconda, un cammino che potrebbe portarla in serie B con diverse giornate d'anticipo). Impegnati nella trasferta di Viterbo - gara vinta 4-0 dalle Vespette stabiesi - lo staff dirigenziale sarebbe stato minacciato e fatto oggetto di cori razzisti da parte di "40 energumeni" in prossimità della tribuna autorità. I fatti sono raccontati dal club manager della Juve Stabia, l'ex calciatore del Napoli Gianni Improta, intervenuto a 'Campania Sport' su Canale 21.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

DE LAURENTIIS: "MI VERGOGNO, PRESTO USCIRO' DAL CALCIO"
 

"Eravamo circondati da questi energumeni", spiega Improta. "Hanno cantato anche 'Vesuvio lavali col fuoco', indirizzando a noi il coro. Dico basta, non se ne può più. Siamo stati costretti a vedere la partita sotto la pioggia. Noi vinceremo il campionato, ma queste cose devono finire e vanno denunciate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavatrice: gli errori che non sai di commettere, ma che paghi in bolletta

  • Gianluca Manzieri: "Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per affrontare il male e per sconfiggerlo"

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - A centrocampo può restare Palmiero: "Decidono Gattuso e Giuntoli"

  • Giuseppe Vesi: "Non ci sono scuse per quello che ho fatto. Ora non esco di casa perchè ho paura"

  • Improvviso (e imprevisto) temporale su Napoli: tregua dall'afa

  • Coronavirus, De Luca: "Tra fine ottobre e novembre attesa la ripresa del contagio"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento