rotate-mobile
Cronaca Miano

Umberto Nappello, l'ombra della faida di Miano sulla sua scomparsa?

Il 31enne non dà notizie da giorni. Fuori da giri criminali, è imparentato con quel Carlo Nappello trucidato nel 2017

È ansia a Miano per la scomparsa del 31enne Umberto Nappello, che non dà notizie si sé ormai dal 29 dicembre scorso. I familiari hanno diffuso un appello sui social dopo aver atteso diversi giorni, nella speranza si rifacesse vivo dopo una eventuale fuga come quella - a lieto fine - della scorsa estate.

L'uomo però continua ad essere scomparso nel nulla e la preoccupazione cresce con il passare delle ore, anche perché le segnalazioni fin qui ricevute da familiari e carabinieri non hanno portato ad alcuna pista utile a ritrovarlo.

Come riportato dal Mattino, c'è un'altra fonte di preoccupazione: Umberto è imparentato con Carlo Nappello detto 'o pavone, quello che era un esponente di spicco della camorra di Miano, poi assassinato insieme al nipote omonimo di 27 anni in un agguato nel 2017. Delitti ancora senza colpevoli, inizio della faida per l'eredità del tramontato clan Lo Russo.

In realtà Umberto non sembra essere inserito in nessun contesto criminale, circostanza che si spera possa scongiurare l'eventuale spettro della lupara bianca e possa riportarlo al più presto all'affetto dei familiari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umberto Nappello, l'ombra della faida di Miano sulla sua scomparsa?

NapoliToday è in caricamento