menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Simulavano assunzioni e licenziamenti per truffare l'Inps: maxi sequestro di un milione di euro

Tre persone sono accusate di associazione per delinquere, truffa aggravata in danno di enti previdenziali, reati finanziari ed impiego di denaro di provenienza illecita

I carabinieri del gruppo per la Tutela del lavoro di Napoli, in seguito ad indagini condotte dalla Procura di Napoli Nord, hanno eseguito un provvedimento di sequestro preventivo di oltre 1 milione di euro nei confronti di tre persone accusate di associazione per delinquere, truffa aggravata in danno di enti previdenziali, reati finanziari ed impiego di denaro di provenienza illecita.

I militari hanno scoperto una maxi truffa all'Inps attraverso la simulazione di centinaia di assunzioni e licenziamenti. Sarebbero infatti emersi ben 113 rapporti di lavoro falsi nel settore edile con il coinvolgimento di aziende in Campania, Umbria e Lazio. 

Il danno arrecato all'Inps, che ha partecipato agli accertamenti con propri funzionari della sede di Caserta, è di 642mila euro per prestazioni indebitamente percepite. Il sequestro ha riguardato quote di partecipazione di cinque società coinvolte, 20 conti correnti e libretti postali nonché beni nella disponibilità degli indagati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Villa mozzafiato in vendita a Marechiaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento