Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Ischia

Terremoto Ischia, chiusa l’attività di emergenza-urgenza sanitaria

Lo riferisce un comunicato dell'ufficio stampa dell'Asl Napoli 2 Nord

Si può dichiarare chiusa l’attività di emergenza-urgenza sanitaria in favore delle vittime del terremoto che ha colpito Ischia nella serata di ieri. Lo riferisce un comunicato dell'ufficio stampa dell'Asl Napoli 2 Nord.

In queste ore sono stati trattati dai sanitari dell’ospedale Rizzoli e dal servizio di Emergenza 118 dell’ASL Napoli 2 Nord circa 42 feriti, di cui solo 16 hanno richiesto un ricovero. Uno di essi è stato trasferito già nella notte di ieri al Cardarelli, a causa di gravi ferite che richiedevano cure di alta specializzazione.

I 15 pazienti ricoverati presso l’ospedale Rizzoli di Ischia sono ospitati in ortopedia (4 pazienti), pediatria (3 pazienti), chirurgia (4 pazienti), ginecologia (1 paziente) e medicina. Alle 15.30 di oggi sono terminati gli ultimi interventi chirurgici volti a ridurre le fratture e ricomporre le ferite. Ciro, l’ultimo dei tre fratelli giunto in ospedale a seguito delle ferite dovute al sisma, ha riportato una frattura di media gravità al piede destro. Tutti i feriti e i familiari sono stati supportati dall’intervento di quattro psicologi ed uno psichiatra del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASL Napoli 2 Nord.

I sanitari prevedono che entro 5 giorni tutti i feriti ricoverati presso il Rizzoli possano tornare a casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto Ischia, chiusa l’attività di emergenza-urgenza sanitaria
NapoliToday è in caricamento