Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Chiude i battenti Tattoo Expo Napoli: successo per la Mostra del Tatuaggio

Migliaia di persone hanno affollato i padiglioni della Mostra d'Oltremare. Tutti a caccia del tatuaggio più originale. 150 artisti provenienti da tutto il mondo. Prezzi per tutte le tasche. E dall'America arriva la star Joe Capobianco.

Il tatuaggio è un'arte. Se ne sono rese conto, ancora una volta, le migliaia di persone che hanno affollato, da venerdì a domenica, i padiglioni della Mostra d'Oltremare, teatro della decima edizione di Tattoo Expo Napoli.

Una folla oceanica, con tantissima gente ancora in fila ai botteghini ad appena due ore dalla chiusura della manifestazione e affari d'oro per i bagarini, la cui presenza è sempre indice del successo di una manifestazione. Circa 150 i tatuatori, alcuni dei quali di livello internazionale, come Joe Capobianco, un mito per gli amanti del genere, venuto dall'America anche per premiare la Miss Pin Up della manifestazione, la splendida Carla Corcelli, una ragazza del Vomero, di 23 anni, e per farsi fotografare dai giovani in visibilio. Tatuaggi, piercing, microdermal, body painting. Il campionario è vario. I prezzi, altrettanto.

Si parte da poche decine, per arrivare ad alcune migliaia di euro per i lavori più particolari, che richiedono anche un maggior numero di sedute. All'opera, comunque, nei tanti stand allestiti, solo professionisti del settore: guanti, mascherine, sterilizzazione, monouso. Non c'è spazio per l'improvvisazione, e i lavori che ne escono fuori sono davvero spettacolari. Uomini, donne, giovani e meno giovani, disabili: la corsa al tatuaggio non conosce ostacoli, e alla fine è un trionfo di corpi pieni di mostri, scritte, tribali, fiori, animali. Nessuna parte sfugge: braccia, gambe, piedi, testa, schiena e fondoschiena i punti preferiti dal popolo dei tatuaggi, disposti anche a lunghe attese pur di tornarsene a casa con il primo o l'ennesimo segno sul proprio corpo, ognuno dei quali significativo di qualcosa. E non c'è dolore che tenga: alcuni l'esorcizzano con l'i-pod, altri ingannano l'attesa leggendo, qualcuno a sua volta dipinge. Inutile chiedere al coraggioso ragazzone perché si è fatto impiantare uno spillone nella lingua: gli piace e basta, e non fa nulla che oltre ai 50 euro gli sia costato anche un bel po'di sangue. "Tatuata" anche, all'esterno dei padiglioni, una vecchia Fiat 500: sul cofano e sugli sportelli le immagini dei campioni del Napoli di ieri, oggi e, si spera, con riferimento a Cavani, domani, oltre a Mazzarri, il tecnico da poco passato all'Inter.


La tappa napoletana di Tattoo Expo è stata un trionfo di pubblico, e per la prossima edizione visitatori e tatuatori sarebbero felici se aumentassero gli spazi a disposizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude i battenti Tattoo Expo Napoli: successo per la Mostra del Tatuaggio

NapoliToday è in caricamento