rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca

Tassita massacrato di botte da un motociclista: "Adesso basta, vogliamo sicurezza"

Ennesima violenza ai danni di un autista, insorge il sindacato Orsa Taxi Napoli

Otto aggressioni ai danni di tassisti, in neanche otto mesi. Sono quelle - in tutta Italia - che denuncia il sindacato Orsa Taxi Napoli. "Episodi purtroppo all'ordine del giorno - sottolinea il sindacato di settore - come quello che è accaduto ad un collega pochi giorni fa a Napoli, che mentre circolava con il suo taxi in una strada a senso unico si è trovato una moto che sfrecciava contromano". Il centauro, incurante del tassista, ha proseguito la cosa "rompendo con il manubrio della moto lo specchietto retrovisore" e poi malmenandolo alla sua reazione. Il professionista si è ritrovato "pestato a sangue con femore rotto e costole fratturate, tra l'indifferenza generale di chi aveva assistito a tutta la scena".

"Una vile aggressione,un atto brutale che conferma quanto sia diventato difficile e rischioso il mestiere di tassista sempre più spesso oggetti di pesanti aggressioni verbali che rischiano di sfociare molto spesso in vere e proprie aggressioni fisiche cosi come è capitato al nostro collega - spiega Orsa Taxi Napoli - Siamo esasperati e sfiduciati ci sentiamo abbandonati da governo e istituzioni. Non è ammissibile che un lavoratore per svolgere con responsabilità e diligenza la propria mansione paghi per delle colpe che non ha, questo è assolutamente indecente !!! Il collega se tutto dovesse andare per il meglio dovrà affrontare una degenza di circa sei mesi Chi sfamerà nel frattempo la sua famiglia? Chi pagherà i costi di gestione mentre il suo taxi è fermo? Dove sono ora i giornalisti delle Iene? La signora Lucarelli? I vari ed inutili tiktoker che per realizzare una corposa serie di like e condivisioni sparano video sui social dove guarda caso tutte le disgrazie delle loro vite passano attraverso disavventure avute con i tassisti...ora,dove stanno tutti?".

"Chiediamo pertanto al Prefetto di Napoli, nonché alla Regione Campania - aggiunge infine il sindacato - interventi rapidi affinché si possa garantire la sicurezza degli autisti nel nostro settore attivando azioni di prevenzione mediante l’istituzione di tavoli tematici. Esprimendo profonda solidarietà a tutti i lavoratori aggrediti nell’espletamento delle loro mansioni, ci si augura che non ci si ritrovi più in situazioni di pericolo per la nostra incolumità psicofisica, ma soprattutto che non ci si vede costretti mai più a rincasare con segni tangibili di violenza e dover spiegare ai nostri figli che si voleva solo fare il proprio lavoro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassita massacrato di botte da un motociclista: "Adesso basta, vogliamo sicurezza"

NapoliToday è in caricamento