Stupro di gruppo a Pimonte: liberi i minori del branco

Dopo un anno e mezzo di messa alla prova il loro percorso si è concluso con il “non luogo a procedere”

Diciotto mesi di messa alla prova per cancellare il proprio debito con la giustizia. Si conclude così la vicenda giudiziaria per il branco di 12 ragazzini autori dello stupro di gruppo di cui fu vittima una 15enne a Pimonte. Il gruppo di dieci minorenni ha completato il percorso riabilitativo e ieri è comparso dinanzi al Gup Brunesi per l'udienza finale con la quale è stata sancita la conclusione positiva del percorso. Da oggi sono liberi, dopo un anno e mezzo di recupero che ha permesso al giudice di dichiarare il non luogo a procedere.

Altri due ragazzini protagonisti del gesto non erano nemmeno imputabili. Resta il dramma della 15enne stuprata a turno in quella che veniva utilizzata per simulare la natalità nel presepe vivente cittadino. Ha lasciato la cittadina dei Monti Lattari e adesso sta tentando di cambiare vita. I suoi aguzzini sono liberi nella speranza di essere stati recuperati e che abbiano veramente compreso la gravità del loro gesto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 gennaio (giorno per giorno)

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

Torna su
NapoliToday è in caricamento