menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto Carabinieri / parte degli 800 chili di botti sequestrati a Ercolano)

(foto Carabinieri / parte degli 800 chili di botti sequestrati a Ercolano)

Capodanno 2018, nel vesuviano sequestrata una tonnellata di botti illegali

800 chili ad Ercolano (rendini, cipolle e batterie), oltre 200 a Somma Vesuviana (in casa e in un'automobile). I Carabinieri denunciano due persone e ne arrestano un'altra

Tre diversi sequestri di botti illegali, due a Somma Vesuviana e uno a Ercolano, sono stati portati a termine dai Carabinieri: complessivamente una tonnellata di botti di ogni genere. Ad Ercolano i Carabinieri hanno arrestato un 33enne, incensurato, che nel suo magazzino sul corso Resina nascondeva 200 chili di 'rendini' e 'cipolle' e 600 chili di batterie. L'uomo è stato tratto in arresto e tradotto in carcere dai Carabinieri della tenenza di Ercolano con l'accusa di detenzione illegale di materiale esplosivo. 

A Somma Vesuviana i Carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna hanno denunciato un 27enne del posto e un coetaneo di Sarno, entrambi incensurati. Il primo nascondeva nel garage centinaia di artifizi pirotecnici di vario genere, il secondo nell'automobile aveva 300 ordigni esplosivi di quarta categoria che stava trasportando nella sua provincia con l'intento di venderli. Complessivamente ammonta a 208 chili di botti il sequestro avvenuto a Somma Vesuviana. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento