menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tornano le lezioni in presenza, ma non tutti i sindaci aderiscono nel napoletano

C'è chi sostiene che, seppur nel rispetto della legge, non aprirà le porte delle scuole a tutte le classi

La decisione della Regione Campania di tornare alle lezioni in presenza anche per le classi 3a, 4a e 5a elementare non è stata accolta da tutti i sindaci del Napoletano. Il sindaco di Ottaviano, Luca Capasso, ad esempio, ha deciso di rinviare la riapertura: "Come riportato dai media, il Tar Campania ha accolto il ricorso contro l’ordinanza della Regione Campania sulla dad per la scuola primaria. Tuttavia nei giorni di domani, 21 gennaio, dopodomani, 22 gennaio e sabato 23 gennaio a Ottaviano resta in vigore il nostro provvedimento, che prevede la presenza in classe solo di prima e seconda della primaria".

"Utilizzeremo questi giorni per organizzarci con i dirigenti scolastici (con i quali l’assessore Virginia Nappo è già a stretto contatto) e con l’Unità di crisi comunale, nel pieno rispetto della legge. Quindi, ricapitolando, fino alla fine di questa settimana a Ottaviano lezioni in presenza solo per prima e seconda della scuola primaria", ha detto ancora il sindaco.

Screening per tutto il corpo docente

Poi c'è chi come il sindaco di Crispano, Michele Emiliano, ha optato per uno screening di massa del corpo docente, in vista del ritorno in classe: "La curva del contagio a Crispano sta rapidamente calando, nonostante permangano ovviamente numeri che non ci consentono di abbassare in alcun modo la guardia. A breve ci sarà l’inevitabile rientro in classe dei nostri ragazzi. Le nostre scuole sono assolutamente pronte, lo sono ormai da tempo e accoglieranno gli alunni con le dovute misure di sicurezza".

"Tuttavia - ha spiegato - con il massimo scrupolo che contraddistingue da sempre l’operare dell’amministrazione che guido, insieme all’assessore all’istruzione Carolina Cosentino, abbiamo deciso di realizzare uno screeening comunale del corpo docente e non docente dell’I.C. Quasimodo chiedendo alla società “Incofarma” di fornirci, gratuitamente i tamponi antigenici rapidi. Così che si possa avere un quadro ancora più chiaro ed esaustivo della situazione attuale di eventuale contagio scolastico"-

"La società ha risposto positivamente e procederemo nella giornata di domani dalle 9:30 alle 16:30 preso il plesso scolastico “Ala Comunale” con l’attività di monitoraggio. La volontà dell’amministrazione non è quella di creare disagio ai docenti o alla ripresa scolastica, ma di vedere un rientro all’attività in presenza con il massimo scrupolo. Non sono preoccupato, tuttavia l’amministrazione ritiene che tutto ciò che si può fare per evitare forme di contagio, sia un dovere. In quest’ottica procederemo", ha concluso il primo cittadino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, de Magistris sul contagio: "Zona rossa sempre più verosimile"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento