rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Il commento

Il procuratore aggiunto Amato: “Servono pene più severe per gli ultras violenti”

Il magistrato ha commentato gli scontri di ieri

"Quello che è successo a Napoli e' sconcertante e preoccupante se pensiamo alla gente che ieri era in strada e all'esempio che viene dato da questi gruppi ultrà. Abbiamo assistito a un fenomeno di violenza che ormai va ben oltre l'evento calcistico". Lo ha sottolineato Sergio Amato, procuratore aggiunto di Napoli, in collegamento con Rai News. "Ritengo che le forze dell'ordine abbiano fatto un lavoro eccezionale, paradossalmente hanno saputo limitare i danni al massimo, ma per fronteggiare questi eventi - ha spiegato il magistrato - serve intervenire sul piano normativo sotto il profilo dell'effettivita' delle sanzioni e di una fase cautelare più rigida.

Dal punto di vista giudiziario, insomma, sarebbero necessarie norme più incisive. I club in questi ultimi anni hanno fatto tantissimo ma a volte questi fenomeni di violenza urbana avvengono anche a chilometri di distanza dagli stadi. Quello che i club possono fare ulteriormente è isolare del tutto questi gruppi violenti e delegittimarli agli occhi della popolazione. I tifosi tedeschi che sono stati arrestati, saranno processati e giudicati, saranno valutate le loro posizioni. Gli altri, che stanno tornando a casa, sono stati tutti identificati. Le indagini dovranno accertare anche se è vero che questi ultrà abbiano agito contando sul gemellaggio con tifoserie di altre squadre italiane. Ripeto, questi gruppi hanno bisogno della partita come occasione per uscire allo scoperto, sono organizzazioni strutturate che pianificano ogni cosa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il procuratore aggiunto Amato: “Servono pene più severe per gli ultras violenti”

NapoliToday è in caricamento