menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rifiuti

Rifiuti

Rifiuti, una lettera per evitare la multa. Bruxelles: "Saremo veloci"

Trenta pagine raccontano il piano-differenziata del Comune e l'estensione a sei nuove discariche in provincia. Il materiale al vaglio del commissario di Bruxelles. Si rischia una sanzione di 516 mila euro al giorno

La missiva per l'Ue è partita ieri sera, poco prima delle 20, dagli uffici del Dipartimento per le politiche comunitarie. Trenta pagine che raccontano il piano-differenziata del Comune e l'estensione a sei nuove discariche in provincia.

Rifiuti, sempre rifiuti. E una lettera per evitare la maximulta, come spiega la Repubblica. Tutta la documentazione: le promesse del Comune (sviluppo della differenziata e trasferimento dei rifiuti in Olanda), della Provincia (le discariche di cui sopra), della Regione (gli impianti). E poi i 200 milioni che la Regione ha approvato per i vari Comuni, specie per la differenziata, come a voler dire alla Ue che non c’è motivo di tenere ancora slegati gli oltre 140 milioni che invece sono stati bloccati a Bruxelles.

Ora la parola passa al commissario europeo Janes Potocnik in attesa dell'incontro fissato per il 25 gennaio con il ministro Corrado Clini che ha chiesto la partecipazione anche delle istituzioni locali. E se il documento sarà considerato incompleto, si rischia una sanzione di circa 516 mila euro al giorno.

Il presidente Stefano Caldoro è ottimista: "Dopo circa venti anni abbiamo approvato il piano sui rifiuti. Dopo quello sui rifiuti speciali, un altro fondamentale tassello. É quanto l'Unione europea ci chiedeva da tempo, una risposta concreta a Bruxelles e soprattutto ai cittadini campani". E il sindaco de Magistris ha sapere: "Ci sono i margini per trovare una posizione di condivisione e di compromesso anche su discariche e inceneritori".

Da Bruxelles intanto niente sconti. Potocnik vuole sapere come saranno elimininati i rifiuti che si sono accumulati, quali piani hanno per la raccolta e la differenziazione dei rifiuti e i loro piani per l’infrastruttura, cioè cosa faranno riguardo al riciclaggio, alla conversione dei rifiuti in energia. E se il giudizio sarà positivo come si spera, l’esecutivo comunitario potrebbe chiudere la procedura di infrazione avviata nel 2007.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento