rotate-mobile
Cronaca

Il porto di Casamicciola potrebbe riaprire ai traghetti all'inizio dell'estate

Dopo l'emanazione di una ordinanza per il dragaggio del commissariato all'emergenza frana

Il porto di Casamicciola potrebbe riaprire alle linee commerciali dei traghetti ad inizio estate, dopo l'emanazione di una ordinanza per il dragaggio del commissariato all'emergenza frana, Legnini, che definisce ed organizza gli interventi del post alluvione. L'approdo casamicciolese è il secondo dell'isola in termini di arrivi e partenze ad Ischia e la sua chiusura sta causando molti problemi per i pendolari oltre che per il flusso turistico.

L'obiettivo è, in 3/4 mesi, riportare il fondale del porto a livelli adeguati per permettere anche alle navi passeggeri di operarvi in sicurezza. Il dragaggio avrà un costo stimato di 2,5 milioni di euro e sarà realizzato attraverso un cronoprogramma degli interventi serrato ed avrà come soggetto attuatore il comune di Lacco Ameno.

Fondamentale per il rispetto dei tempi previsti saranno le analisi di fanghi e sabbie da rimuovere. Se non inquinate potranno essere smaltite a largo in mare, in caso contrario i tempi si allungherebbero perchè sarebbe necessario lo smaltimento in terraferma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il porto di Casamicciola potrebbe riaprire ai traghetti all'inizio dell'estate

NapoliToday è in caricamento