rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Il commento

Nino D'Angelo: “I tedeschi devono pagare i danni, non ci bastano le scuse”

L'artista napoletano è intervenuto sugli scontri di ieri

''Questi sono venuti in Italia a rompere il ca… e ora sono loro che devono pagare tutti i danni! Non ci bastano le scuse della Germania''. Così Nino D'Angelo all'Adnkronos sui violenti scontri di ieri tra i tifosi della squadra di calcio tedesca Eintracht Francoforte e quelli del Napoli, prima e dopo la partita di Champions League vinta da Napoli. ''Da tifoso dico che quello che è avvenuto non c'azzecca niente con il calcio. Che sono venuti a fare i tifosi dell'Eintracht Francoforte se sapevano di non poter entrare allo stadio? - chiede il cantante - Noi tifosi napoletani che c'entriamo? Loro vengono a casa mia a scassare la mia città e io devo pagare? È normale che i napoletani abbiano reagito''.

''Se lo avessimo fatto noi a Francoforte saremmo finiti su tutte le prime pagine dei giornali del mondo - sottolinea - Questi non dovevano partire, se volete venire a protestare perché non vi fanno entrare allo stadio fatelo, ma senza spaccare le vetrine. Quello che è accaduto è un fatto molto grave''. D'Angelo ammette però che ''la colpa è anche nostra. Sapevamo che dovevano venire e dovevamo farci trovare pronti - dice - Possibile che non sapevamo che dovevano arrivare questi qua? Certo se arrivano migliaia di tifosi da Francoforte non è facile arginarli''. ''Hanno voluto fare i padroni a casa nostra - attacca ancora D'Angelo - è inaccettabile ed è un precedente molto pericoloso perché da ora in poi bisognerà stare attenti a tutte le partite. Una volta erano solo parolacce e striscioni, ora siamo arrivati alla distruzione di una città'', conclude. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nino D'Angelo: “I tedeschi devono pagare i danni, non ci bastano le scuse”

NapoliToday è in caricamento