Cronaca Via San Lorenzo

Mugnano: nasce la Rete Ambiente e Sviluppo

Un'organizzazione politicamente trasversale allo scopo di realizzare un fronte unico su ambiente e sviluppo nell'area a nord di Napoli. Il 4 luglio assemblea popolare nella Villetta "Miriam Makeba" in via S. Lorenzo

Mugnano: nasce la Rete Ambiente e Sviluppo.  La Rete, è spiegato in un comunicato, è un’organizzazione politicamente trasversale e paritaria che si pone lo scopo di realizzare un fronte unico su ambiente e sviluppo dell’area a nord di Napoli.

Gli obiettivi principali, si legge ancora nella nota,  sono fermare lo scempio ambientale degli sversamenti  che inquinano le falde; fermare i roghi tossici per la salute e l’ambiente; fermare la gestione dissennata delle eco balle e delle discariche;  far conoscere, raccogliendo dati scientifici la situazione dell’ambiente violato; favorire con azioni concrete lo sviluppo dell’ambiente  attraverso una rinascita economica del territorio, esercitando con azioni comuni una rinnovata  giustizia sociale.

Altro punto fondamentale, che accomuna tutte le componenti della Rete (nelle quali per ora sono confluite le realtà mugnanesi del Partito Democratico, Giovani Democratici, Sinistra Ecologia e Libertà, Napoli Nord Democratici in Movimento, Mugnano Futura e l’Associazione Alice) è la netta opposizione all’attuale Piano Regionale dei Rifiuti che prevede l’apertura di nuove discariche e la costruzione di diversi inceneritori.

Una battaglia che si combatte da tempo ormai sui territori a nord della città, che ha visto, fino ad oggi, in prima fila soprattutto i comitati civici e i semplici cittadini stremati dalla devastazione degli ultimi anni e pronti a riprendersi la propria salute e la propria terra.  Questa nuova Rete, fatta soprattutto di realtà politiche, non potrà prescindere da quella cittadinanza attiva che in questi anni ha creato sul territorio un punto di riferimento e una speranza per il futuro.

L’ASSEMBLEA PUBBLICA:  prevista per il 4 luglio la prima assemblea popolare della Rete Ambiente e Sviluppo che si terrà alle ore 18.30 presso la Villetta Comunale di Via Sa Lorenzo, da poco ribattezzata “Miriam Makeba” per volere dei cittadini e in onore di un’artista che ha speso la sua intera esistenza lottando contro disuguaglianze e razzismo. Durante l’assemblea, la Rete richiederà “l’adesione alla sua campagna ai sindaci, ai partiti politici, alle associazioni, ai comitati, ai movimenti, alle organizzazioni sindacali e a tutti coloro che in forma individuale o associata riterranno impegnarsi  congiuntamente, affinché non vengano realizzate altre discariche e inceneritori e a dismettere nel tempo anche gli impianti esistenti favorendo la bonifica e lo sviluppo del territorio”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mugnano: nasce la Rete Ambiente e Sviluppo

NapoliToday è in caricamento