Dramma agli Scavi di Pompei, turista inglese accusa un malore e muore

L'uomo aveva 78 anni. Nonostante la tempestività dell'intervento, i soccorritori non sono riusciti a rianimarlo

Una tragedia si è verificata stamattina nell'area degli scavi di Pompei. Mentre era in visita, infatti, un turista straniero ha accusato un malore ed è morto.

L'uomo, un inglese di 78 anni, si è sentito male intorno alle 13.30. I soccorsi, della postazione del 118 che si trova all'interno del parco archeologico, sono rapidamente intervenuti.

Si sono rivelati inutili, però, tutti i tentativi di rianimare la vittima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La direzione e tutto il personale del Parco Archeologico di Pompei, si legge in una nota, partecipano al dolore della famiglia.
   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavatrice: gli errori che non sai di commettere, ma che paghi in bolletta

  • Gianluca Manzieri: "Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per affrontare il male e per sconfiggerlo"

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - A centrocampo può restare Palmiero: "Decidono Gattuso e Giuntoli"

  • Giuseppe Vesi: "Non ci sono scuse per quello che ho fatto. Ora non esco di casa perchè ho paura"

  • Improvviso (e imprevisto) temporale su Napoli: tregua dall'afa

  • Coronavirus, De Luca: "Tra fine ottobre e novembre attesa la ripresa del contagio"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento