Morte Mario Paciolla, de Magistris: "Figlio della nostra terra, al fianco della famiglia per ottenere giustizia"

Il sindaco ha commentato la tragica e al momento poco chiara morte dell'operatore Onu napoletano in Colombia

"Mario è figlio della nostra terra". Così il sindaco Luigi de Magistris oggi nel commentare la tragica morte di Carmine Mario Paciolla, il 33enne operatore Onu napoletano morto in circostanze non chiare durante una missione in Colombia.

Forse per il suo essere figlio di questa terra, prosegue il sindaco, il percorso di Mario lo ha "portato ad appassionarsi alle questioni legate alle ingiustizie, soprattutto quelle perpetrate ai danni delle comunità rurali nei paesi del Sud del mondo, a raccontare le sorti delle popolazioni schiacciate dalle contraddizioni e dagli effetti nefasti dei sistemi economici vigenti, scoprendo l’esigenza di un mondo più equo e cercando, attraverso la sua passione per il giornalismo impegnato e di inchiesta, di dare voce alle persone emarginate e isolate dai sistemi di repressione e sfruttamento che, come lesioni proteiformi, divorano le vite e i diritti fondamentali delle e degli invisibili".

"Brillante viaggiatore, cosmopolita, mente lucida, aveva messo a disposizione del mondo non solo il suo bagaglio culturale quanto una genuina attitudine a “sporcarsi le mani” in una terra inquinata dalle prevaricazioni, affinché un nuovo raccolto fosse possibile in questo tempo di sfrenato edonismo e distanziamento sociale - spiega il sindaco - Aveva raccontato recentemente alla madre di “sentirsi sporco” per qualcosa che aveva scoperto o intuito durante l’ultima missione e sentiva il bisogno di venirsi “a bagnare nelle acque di Napoli” per riconnettersi con se stesso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco conclude dicendo che il Comune non può che stringersi alla sua famiglia, cui andrà ogni supporto "per ottenere verità e giustizia". "Un impegno - conclude il sindaco - per onorare la sua memoria e la sua vita, spesa per la costruzione di una realtà più giusta e inclusiva. Ciao Mario che la terra ti sia lieve".

Giallo in Colombia, la morte di Mario Paciolla

Una petizione per chiedere la verità sulla tragedia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • Divieto di spostamento tra province in Campania e zona rossa: ecco l'ordinanza n.82

  • Coronavirus, la nuova ordinanza del Presidente De Luca: gli orari previsti per le attività

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy e KN95: ecco dove acquistarle scontate

  • Stop agli spostamenti interprovinciali (non giustificati), torna l'autocertificazione: la nuova ordinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento