rotate-mobile
Cronaca

Addio alla regista Chiara Rigione, lutto anche a Napoli: "Ci mancherà la sua inesauribile energia"

Tanti i messaggi per la sua prematura scomparsa

Addio a Chiara Rigione, la giovane regista avellinese, appena 37 anni, se n'è andata a causa di un male incurabile. Solo qualche settimana fa aveva dato alla luce la piccola Diana, la sua prima figlia. 

Chiara Rigione si occupava di cinema e produzione video, principalmente come montatrice e regista, dopo la Laurea in Ingegneria Energetica. Era presidente dell'APS Kinetta, circolo Arci di Benevento che si occupa della promozione e diffusione della cultura cinematografica indipendente attraverso incontri, rassegne, festival e corsi per adulti e ragazzi, come il laboratorio cinematografico "Labus in Fabula" indirizzato a bambini dai 5 anni in su. Inoltre insegnava cinema ed arti visive in progetti extra-scolastici nelle scuole pubbliche primarie e secondarie.

Curava rassegne cinematografiche in collaborazione con UCCA quali "Il cinema che non si vede" e collaborava da anni all'organizzazione del festival italo-canadese "Les Journées du cinéma québécois en Italie" giunto alla sua 18esima edizione. 

Dal 2014 aveva preso parte come assistente alla regia e montatrice alla realizzazione di cortometraggi e documentari selezionati in festival internazionali come il Napoli Film Festival, il Laceno D'Oro, Il Bogotà International Film Festival e il Laterale Film Festival. 

Nel 2018 il suo progetto di documentario con utilizzo di materiale d'archivio intitolato "Domani chissà, forse" è stato selezionato tra i dieci finalisti del Premio Zavattini Unarchive 2018/19 promosso da AAMOD e Istituto Luce Cinecittà. Nel 2019 lo stesso progetto è risultato tra i vincitori del premio, quindi prodotto e realizzato. Il corto è stato presentato in concorso al "Filmmaker Festival" di Milano lo stesso anno.

Nel 2020 ha partecipato all'ideazione a alla realizzazione del progetto di film collettivo "I Racconti del Balcone", prodotto da Kinetta e suddiviso in 23 capitoli, alcuni dei quali selezionati in festival di cinema e videoarte in Italia, Australia e Cile. Nel 2020 ha realizzato il cortometraggio Orfani del sonno, presentato in anteprima su Collettiva.it e successivamente al Laceno d'oro e al festival Sguardi sul reale - Abbecedario del reale di Arezzo. Lo stesso anno ha realizzato videoclip musicali per gli artisti italiani ed internazionali Paolo Pietrangeli, The Delay in the Universal Loop, Scott Siskind, Emanuele Errante.

La sua scomparsa porta dolo anche a Napoli dove in queste ore è stata ricordata da "L'Asilo": "Noi comunità Asilo, per la prematura scomparsa di Chiara Rigione, ci stringiamo al marito Chris, alla piccola Diana, al padre Ciro, alla madre Teresa e a tutta la sua famiglia e lə suə amicə. Chiara è stata un'amica, un'artista di rara precisione poetica, dotata di una forza gentile. Uno sguardo attento, una grazia capace di muovere, di creare alleanze, condivisioni. Grazie a lei tanti eventi dedicati al cinema e all'arte visuale sono stati possibili qui all'Asilo. Mancherà a tutti noi la sua inesauribile energia e il desiderio di bellezza che sempre la spingevano verso nuove esperienze".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio alla regista Chiara Rigione, lutto anche a Napoli: "Ci mancherà la sua inesauribile energia"

NapoliToday è in caricamento