rotate-mobile
Cronaca Caivano

Pretende la "paghetta" perché lo stipendio non basta: minacce e botte ai genitori

Fermato un giovane del Napoletano

Minaccia e picchia i genitori perché pretende la "paghetta". Un 38enne di Caivano già noto alle forze dell’ordine ha preteso quasi 30 euro al giorno dai genitori. Il padre, ha provato a dire "no", ma sarebbe stato pestato.

Secondo quanto emerso, il 38enne riusciva a sostenere le proprie spese in autonomia per i primi 10-15 giorni del mese. Poi pretendeva una "paghetta" dai genitori: 30 euro al giorno, 90 nei weekend. Richieste mai cordiali ma condite da minacce, schiaffi e pugni. La vittima ha deciso di denunciare, prima chiedendo aiuto al 112. I carabinieri della stazione di Caivano hanno arrestato il 38enne, ancora evidentemente agitato. Ora è in carcere, in attesa di giudizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pretende la "paghetta" perché lo stipendio non basta: minacce e botte ai genitori

NapoliToday è in caricamento