menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luigi De Filippo (© Tm News/Infophoto)

Luigi De Filippo (© Tm News/Infophoto)

Luigi De Filippo: "A Roma un teatro dedicato a mio padre Peppino, a Napoli no"

L'attore e regista teatrale diventa direttore del Parioli e lo dedica al padre. "A Napoli non ho ma avuto questa possibilità". Presto in scena i classici napoletani e le opere di famiglia

Arrivato al suo 60esimo anno di carriera, Luigi De Filippo diventa il nuovo direttore del Teatro Parioli di Roma, per anni location indiscussa del “Maurizio Costanzo Show”. L’attore e regista teatrale partenopeo dedica adesso questo teatro al padre, sottolineando con un po’ di amarezza che a dargli la possibilità di intitolare un teatro al grande Peppino De Filippo è stata Roma e non Napoli.

“Dopo averci provato per trent’anni - dice il grande teatrante al Corriere del Mezzogiorno – sono riuscito ad ottenere che a Napoli fosse intitolata una strada a mio padre, altri trent’anni per ottenere un teatro non li ho”. E ringrazia di cuore la città di Roma per avergli dato la possibilità di avverare un sogno.

Così uno dei teatri storici della capitale cambia nome in Parioli-Luigi De Filippo e parte con una stagione di spettacoli che darà spazio a testi classici e a qualcosa di moderno. Ad aprirla, il 6 dicembre sarà un concerto gospel intitolato “Africa Grace”. E poi in scena “Il giorno della civetta” di Sciascia riadattato da Gaetano Aronica, Viviani con “Napoli: chi resta e chi parte”, diretto da Pugliese, “Il burbero benefico” di Goldoni nella versione di Trarasco e molti altri spettacoli. La stagione si chiuderà a maggio con una commedia dello stesso Luigi De Filippo, “Storia strana su una terrazza napoletana”, uno spettacolo già andato in scena al Parioli nel 1973.

L’idea principale resta, però, quella di dedicare, a partire dalla stagione successiva, almeno tre mesi al teatro napoletano, ripercorrendo la storia artistica della sua famiglia (De Filippo e Scarpetta) e le opere classiche napoletane che a Roma hanno sempre riscosso moltissima simpatia e grande apprezzamento. Del resto è stata proprio la capitale, spiega ancora l’attore, a consacrare da tempo il suo successo, come quello di tutti i De Filippo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento