Bagnoli, vandalizzate le docce del Lido Comunale inaugurate a giugno

"L’Amministrazione con non pochi sacrifici ha reso il Lido Comunale di Bagnoli un lido gratuito pieno di ogni comfort", afferma la delegata al Mare del Comune di Napoli Daniela Villani

Le docce vandalizzate (foto ufficio stampa Comune di Napoli)

Nella notte di mercoledì sono state danneggiate tutte le 8 docce del lido Comunale di Bagnoli inaugurate nel mese di giugno.

“Si tratta sicuramente di un atto vandalico", afferma la delegata al Mare del Comune di Napoli Daniela Villani.

"Vandalizzare contemporaneamente 8 docce significa attaccare un bene comune della città. Un lido totalmente gratuito ed attrezzato per ogni cittadino. Mi sento offesa prima come cittadina e poi come delegata al mare. L’Amministrazione con non pochi sacrifici ha reso il Lido Comunale di Bagnoli un lido gratuito pieno di ogni comfort. Abbiamo già attivato gli uffici competenti affinche in breve tempo vengano ripristinate tutte le 8 docce. Mi appello ai cittadini di Bagnoli, e non solo, di diventare sentinelle di questo bene comune", ha concluso la Villani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • De Luca rilancia la movida: "Cinema all'aperto e musica nei locali: apriamo tutto"

  • Lutto nel mondo della canzone napoletana: addio a Nunzia Marra

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Grave lutto nel mondo dell'imprenditoria: addio al noto designer Roberto Faraone Mennella

  • Report su De Luca e sulla sanità in Campania: "Lo sceriffo si è fermato ad Eboli"

Torna su
NapoliToday è in caricamento