menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le fiamme all'interno della proprietà del consigliere Di Bonito

Le fiamme all'interno della proprietà del consigliere Di Bonito

Pozzuoli, incendio doloso nella proprietà del consigliere Di Bonito

I Vigili del Fuoco hanno domato le fiamme poco prima che le stesse arrivassero all'interno dell'abitazione. Il consigliere comunale flegreo ha sporto denuncia ai Carabinieri

Un incendio di origine dolosa è stato appiccato nella notte da ignoti, in più punti, all'interno della proprietà del consigliere comunale di Pozzuoli, Antonio Di Bonito.

Intorno alle 3 del mattino Di Bonito, aiutato da alcuni residenti, è inizialmente intervenuto con mezzi propri ed ha allertato i Vigili del Fuoco, che giunti sul posto hanno domato le fiamme poco prima che arrivassero all'interno dell'abitazione.

Gli stessi Vigili del Fuoco hanno constatato che la natura del rogo è dolosa. Il consigliere flegreo si è recato presso la locale caserma dei Carabinieri per sporgere denuncia.

Si teme un atto intimidatorio nei confronti di Di Bonito.

"Ci siamo svegliati in piena notte con le fiamme che attorniavano la parte esterna ed interna del giardino - spiega a NapoliToday Jacopo Di Bonito, figlio del consigliere comunale Antonio e giornalista della redazione di Luca Abete - . Eravamo molto spaventati. Siamo stati allertati da un vicino. Abbiamo subito provato a spegnere le fiamme con nostri mezzi, in attesa dell'arrivo dei Vigili del Fuoco che abbiamo prontamente chiamato. L'origine dell'incendio è sicuramente dolosa, anche perchè non ci sono le condizioni naturali per una cosa del genere in un periodo come questo".

Anche il Sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia ha espresso solidarietà al consigliere comunale: "Piena solidarietà al consigliere Antonio Di Bonito, per il vile attacco che ha subito la scorsa notte. Ignoti hanno tentato di dare fuoco alla sua abitazione e soltanto per il pronto intervento si è evitata una tragedia. Questi gesti sono inconcepibili e da condannare. Mi auguro che le forze dell'ordine possano risalire agli autori e consegnarli alla giustizia. Ad Antonio tutta la mia vicinanza, umana e politica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento