rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Chiedeva contratto, immigrato viene licenziato: "Negro, rimarrai schiavo a vita"

Il legale di Didier, 34enne ivoriano, denuncia anche un messaggio audio dal pesante contenuto razzista inviato dall'ex datore di lavoro

Sta facendo discutere la storia di Didier (nome di fantasia, ndR), il 34enne della Costa d'Avorio cacciato dall'officina in cui lavorava, a Napoli, semplicemente perché aveva chiesto una giusta retribuzione e non l'assurda paga di 15 euro al giorno per un turno di 12 ore.

Ad occuparsi del suo caso è l'avvocato Hilarry Sedu, che presenterà denuncia alle autorità anche per il contenuto della nota audio che l'ex datore di lavoro ha inviato al suo assistito: "Sei un negro e rimarrai schiavo a vita, devi fare solo il negro nella tua vita come lo fate tutti quanti, perciò siete negri di...Se ti acchiappo ti mando all'ospedale".

Didier è un meccanico, ma anche un elettrauto ed un gommista. È un richiedente asilo arrivato in Italia nel 2017, ed è ospite di un centro di accoglienza nel Casertano. Racconta che quando ha chiesto al suo ex datore di lavoro un contratto e una paga equa è stato immediatamente offeso per il colore della pelle e minacciato.

Sedu, avvocato italiano di origine nigeriana che assiste spesso richiedenti asilo sfruttati al lavoro, definisce "indecoroso" il comportamento dell'esercente, che offende "oltre alla persona di pelle nera, anche tutte le persone che legittimamente chiedono la giusta retribuzione" e di "lavorare in condizioni di legalità".

Appello a Manfredi: "Comune si costituisca parte civile"

In una nota il senatore Sandro Ruotolo, del gruppo Misto LeU-Ecosolidali, si è appellato al sindaco di Napoli Gaetano Manfredi perché "il Comune di Napoli e le associazioni che lottano contro le discriminazioni si costituiscano parte civile nel procedimento che si aprirà a carico di quel datore di lavoro che di fronte alla richiesta del suo dipendente a nero di essere regolarizzato ha risposto con odio e minacce". "Siamo certi - conclude Ruotolo - che mentre la giustizia farà il suo corso, la città saprà dimostrare la propria solidarietà”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiedeva contratto, immigrato viene licenziato: "Negro, rimarrai schiavo a vita"

NapoliToday è in caricamento