rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Nola / Via Boscofangone

Furto di guard rail a Nola: il nuovo business del ferro

In manette quattro persone con l'accusa di furto aggravato. Il ferro veniva rivenduto al prezzo di circa cinque euro al chilogrammo. A lavoro i carabinieri della compagnia di Nola

L'ultima moda? Il furto di guard rail. Incredibile ma vero. Eppure da quanto risulta, il ferro può essere rivenduto al prezzo di circa cinque euro al chilogrammo. A finire in manette quattro uomini dai 20 ai 44 anni, tutti residenti a Saviano ma originari delle zone comprese tra Portici e Torre del Greco. Un’idea illegale, spiega Nello Lauro del Mattino, che non è sfuggita ai carabinieri della compagnia di Nola.

È stato bloccato così il quartetto in via Boscofangone, al confine tra i comuni di Nola e Marigliano all’altezza dello svincolo autostradale mentre sradicava dal terreno con arnesi da scasso (pinza, tenaglie e catena) alcuni piloni per mantenimento dei guardrail, per un totale di 55 piloni da 2 metri, 15 dei quali già caricati in un furgone.

L'opera di smontaggio è proseguita senza interruzioni fino a quando non è arrivata una pattuglia dei carabinieri nolani di passaggio. A quanto pare i quattro volevano rivendere il ferro ai centri specializzati per ricavarne alcune centinaia di euro.


Dopo gli accertamenti di rito, la banda è stata arrestata e attende ora di essere giudicata con rito direttissimo presso il tribunale di Nola.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di guard rail a Nola: il nuovo business del ferro

NapoliToday è in caricamento