menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Madonnina di Lourdes a Capri

Madonnina di Lourdes a Capri

Capri, furto alla Madonnina di Lourdes: sparite le offerte dei fedeli

Tracce di sangue sul posto: è possibile che i ladri si siano feriti. Raid anche al cimitero: rubati gli spiccioli della cassetta della confraternita San Vincenzo de' Paoli

Nella notte di Santo Stefano, a Capri, c'è stato un doppio furto sacrilego. Sono state svuotate infatti le cassette delle offerte del cimitero e della grotta della Madonnina. 

I ladri hanno agito subito dopo la chiusura dei cancelli del cimitero di via provinciale Marina Grande che era rimasto aperto come da tradizione fino a poco prima dell' imbrunire. Si sono introdotti all'interno del cimitero senza esser visti e hanno rubato i pochi spiccioli della cassetta delle offerte della confraternita San Vincenzo de' Paoli.

Rendendosi conto della povertà del malloppo, i ladri hanno deciso di continuare l'opera e di introdursi nei locali adibiti a ufficio rompendo uno dei vetri della finestra della piccola struttura. Dopo aver rovistato tra i cassetti delle scrivanie dove non erano contenuti nè monete nè banconote i ladri si sono dileguati nella notte.

Un altro furto è stato segnalato nella stessa zona e nella stessa notte nella grotta della Madonnina di Lourdes che si trova sulla via Provincia Capri-Anacapri. Persone ignote hanno forzato la cassetta delle offerte rubando le monete che i fedeli e i devoti lasciano per la manutenzione del sito. Sia i custodi del cimitero che quelli della Madonnina hanno repentinamente avvisato la polizia che indaga sui fatti accaduti a Capri.

Sono inoltre state trovate tracce di sangue sul posto. Ferite che i ladri si sarebbero procurati rompendo il vetro. Sembrerebbe che ad attuare entrambi i furti sia stata sempre la stessa mano. Ma le indagini sono ancora aperte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento