La denuncia: “Sono tornate le formiche al San Giovanni Bosco”

A comunicarlo è la candidata dei Cinque stelle, Valeria Ciarambino

“Le formiche, più forti e determinate delle chiacchiere di De Luca, hanno rifatto la loro comparsa al San Giovanni Bosco, nella stanza 4 del reparto di Medicina. La stessa stanza dello stesso reparto nel quale 2 anni fa furono ritrovate per la prima volta sul corpo di una paziente intubata, per poi ripresentarsi sistematicamente in altre occasioni". Così la candidata del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Campania Valeria Ciarambino che riferisce di un allarme, lanciato dal direttore dell'ospedale in una mail e che per la pentastellata "suona come uno schiaffo ai cittadini della Campania che De Luca aveva rassicurato circa gli interventi strutturali che evidentemente ha fatto realizzare solo con la sua fervida fantasia".

"Eppure De Luca - continua la candidata governatrice - aveva a disposizione 1 miliardo e 200 milioni di fondi per l'edilizia sanitaria che non ha speso, senza contare che la Campania ha ricevuto decine di milioni di euro messi a disposizione dal Governo per potenziale reparti e ospedali, arruolare operatori sanitari, riaprire reparti che De Luca e Caldoro hanno chiuso smantellando la sanità pubblica". "Se chi governa questa regione - si chiede Ciarambino - non è in grado di tenere a bada neppure le formiche, come può arginare una possibile nuova emergenza Covid e come può garantire il diritto alla salute? Questi sono i miracoli della sanità che sentiamo spesso sbandierare e questa è la gente che rischiamo di ritrovarci ancora una volta alla guida della Campania.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma non è ancora finita. La maggioranza dei campani puo' aiutarci a rispedirli a casa. Solo cosi' possiamo riprenderci il sacrosanto diritto alla salute che questi signori ci hanno negato per troppi anni". "Il San Giovanni Bosco - puntualizza - è lo stesso ospedale finito in un'inchiesta della Procura Antimafia perché sotto il controllo della camorra. Pagine inquietanti contenute in un dossier della commissione Antimafia che giace da mesi sul tavolo del ministro degli Interni in calce a una richiesta di commissariamento della Asl Napoli 1. Alla luce di questo episodio, mi chiedo cosa debba accadere ancora perché Lamorgese si decida a dar seguito a un provvedimento nell'interesse - conclude Ciarambino - della salute dei cittadini della Campania".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • Divieto di spostamento tra province in Campania e zona rossa: ecco l'ordinanza n.82

  • Coronavirus, la nuova ordinanza del Presidente De Luca: gli orari previsti per le attività

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy e KN95: ecco dove acquistarle scontate

  • Stop agli spostamenti interprovinciali (non giustificati), torna l'autocertificazione: la nuova ordinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento