menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ferzan Ozpetek foto Facebook

Ferzan Ozpetek foto Facebook

Ozpetek: "Napoli città di fascino e cultura, girerò qui un film"

Il regista lo dichiara in un'intervista al Corriere.it. Sarà una pellicola che racconta Napoli "da un punto di vista differente", lontano dai soliti luoghi comuni sulla città

"Una città mista. Pagana, piena di mistero, culturalmente ricchissima, fascinosa", così definisce Napoli Ferzan Ozpetek, in un'intervista rilascia ad Anna Paola Merone per il Corriere.it. Il noto regista e sceneggiatore è in città per le prove de "La Traviata", che andrà in scena dal 3 al 13 novembre al Teatro San Carlo.

Una città che lo ha conquistato al punto tale da volerla raccontare anche in un prossimo film. Una pellicola, però, fuori dai soliti schemi e lontana dai luoghi comuni sulla città all'ombra del Vesuvio, "non sui soliti temi - spiega Ozpetek al Corriere - intorno ai quali ruotano serie e film su Napoli. Si dimentica che questa è una città di fascino e cultura e si finisce per parlare solo di camorra. La mia visione è diversa".

"Un punto di vista differente" aggiunge il regista "maturato nel tempo, che non ho davvero mai visto al cinema. Nessuno ha raccontato una Napoli senza camorra e senza certe atmosfere".

E alla domanda "Napoli non è, dunque, Gomorra?", risponde secco che della città conosce tutt'altro aspetto:

Lo sarà anche, ma io conosco altro di questa città. Persone, cose, gente, cultura.... tutto riflette un modo di affrontare la vita con un piglio brillante e un pizzico di decadenza. Sono entrato in case dove mi sono trovato in una atmosfera ottocentesca. Insomma gli uomini e le donne che ho conosciuto qui mi hanno offerto un profilo diverso di questa città.

E della città sono tanti i luoghi che ama, impossibile scegliere: "È difficile dire quale sia il mio luogo preferito. Non resisto all’immagine di una signora che frigge la pizza in una bottega sulla strada, ma neanche alla casa di un principe che è diventato mio amico. Ovunque c’è umanità e mi piace l’idea che questo sguardo sulla vita venga fuori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento