Estorsioni a imprenditori su slot machine e videopoker: otto arresti

Tangenti imposte sugli apparecchi noleggiati nel territorio di Portici. Alcuni indagati, inoltre, imponevano per il gioco del poker on line l'utilizzo di specifiche piattaforme internet abusive

Videopoker

Oridnanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip di Napoli su richiesta della DDA partenopea, per otto indigati ritenuti responsabili di  associazione camorristica ed estorsioni aggravate dal fine di agevolare un gruppo mafioso e dal ricorso al cosiddetto metodo mafioso. Ad eseguirla, la Squadra Mobile della Questura di Napoli e il commissariato di Polizia di Portici.

Le indagini, che si sono avvalse di intercettazioni e il contributo di persone offese, hanno consentito di accertare l'esistenza sul territorio di Portici di un clan camorristico, dedito ad una capillare attività estorsiva ai danni di imprenditori che noleggiano slot machine e videopoker nei bar e nei locali pubblici.

Alcuni degli indiziati fungevano da esottori del clan e ogni mese si occupavano, per conto del capo, di riscuotere la tangente imposta agli imprenditori, di somma variabile a seconda del numero di apparecchi noleggiati. Altri indagati, inoltre, imponevano per il gioco del poker on line l'utilizzo di alcune specifiche piattaforme internet abusive.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • "Il virus sta perdendo forza. Possiamo guardare con ottimismo al futuro": l'intervista a Giulio Tarro

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento