rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca San Giovanni a Teduccio / Via Ferrante Imparato

Rifiuti, l'esercito a lavoro in città. Ma è stata un'altra notte di roghi

Si comincia da via Ferrante Imparato a Gianturco. Diciotto uomini, sei mezzi, una pala meccanica e la bonifica secondo una procedura standardizzata. Entro questa sera raccolte circa 30 tonnellate

Sono entrati in azione in città qualche minuto dopo le 8 gli uomini del Genio Civile della Brigata Garibaldi di stanza a Caserta. All'opera per ripulire la città dai rifiuti, a cominciare da via Ferrante Imparato, nella zona di Gianturco, periferia est di Napoli, dove si avverte una puzza nauseabonda.

Diciotto uomini e sei mezzi, una pala meccanica e, prima di avviar la raccolta, la bonifica, secondo una procedura standardizzata. Ogni mezzo può contenere tra le 4 e le 5 tonnellate e, in giornata, si arriveranno a raccogliere circa 30 tonnellate. Contemporaneamente, fa sapere il tenente colonnello Vincenzo Lauro, che coordina le operazioni, la raccolta è ripresa anche a Quarto, in provincia di Napoli, dove i militari avevano cominciato già nei giorni scorsi.


Intanto è stata un'altra notte di intenso lavoro per vigili del fuoco e polizia. Oltre 40 roghi di immondizia, con problemi in particolare nella zona di Fuorigrotta. Inoltre, gruppi di cittadini hanno spostato i cassonetti stracolmi di rifiuti al centro della carreggiata al corso Secondigliano e a Ponticelli per sollecitarne la rimozione. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, l'esercito a lavoro in città. Ma è stata un'altra notte di roghi

NapoliToday è in caricamento