menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, l'esercito a lavoro in città. Ma è stata un'altra notte di roghi

Si comincia da via Ferrante Imparato a Gianturco. Diciotto uomini, sei mezzi, una pala meccanica e la bonifica secondo una procedura standardizzata. Entro questa sera raccolte circa 30 tonnellate

Sono entrati in azione in città qualche minuto dopo le 8 gli uomini del Genio Civile della Brigata Garibaldi di stanza a Caserta. All'opera per ripulire la città dai rifiuti, a cominciare da via Ferrante Imparato, nella zona di Gianturco, periferia est di Napoli, dove si avverte una puzza nauseabonda.

Diciotto uomini e sei mezzi, una pala meccanica e, prima di avviar la raccolta, la bonifica, secondo una procedura standardizzata. Ogni mezzo può contenere tra le 4 e le 5 tonnellate e, in giornata, si arriveranno a raccogliere circa 30 tonnellate. Contemporaneamente, fa sapere il tenente colonnello Vincenzo Lauro, che coordina le operazioni, la raccolta è ripresa anche a Quarto, in provincia di Napoli, dove i militari avevano cominciato già nei giorni scorsi.


Intanto è stata un'altra notte di intenso lavoro per vigili del fuoco e polizia. Oltre 40 roghi di immondizia, con problemi in particolare nella zona di Fuorigrotta. Inoltre, gruppi di cittadini hanno spostato i cassonetti stracolmi di rifiuti al centro della carreggiata al corso Secondigliano e a Ponticelli per sollecitarne la rimozione. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento