rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Cronaca Avvocata

17enne uccide la madre adottiva a coltellate: le urla dal balcone, poi l'ingresso in casa di vigili del fuoco e polizia

Un giovane di origini lituane ha ucciso la madre adottiva di 61 anni, Filomena Galeone, al culmine di una lite scoppiata nell'appartamento in cui vivevano nel centro storico di Napoli, in via Rampe San Giovanni Maggiore

Un 17enne di origini lituane, forse affetto da problemi psichici, ha ucciso la madre adottiva, Filomena Galeone di 61 anni, al culmine di una lite, colpendola con diversi fendenti nell'appartamento dove vivevano, in via Rampe San Giovanni Maggiore, a pochi passi dalla centralissima via Mezzocannone, nella serata di mercoledì. Il giovane è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto disposto dal pubblico ministero. 

A dare l'allarme - come riferisce il Tgr Rai Campania - è stato lo stesso ragazzo intorno alle 19 che, come raccontato da alcuni testimoni presenti in zona in quel momento, si sarebbe affacciato dal balcone urlando: "Ho ucciso mia madre, andrò all'inferno", per poi barricarsi in casa. Si è reso necessario l'intervento dei vigili del fuoco, che hanno fatto ricorso ad una scala per arrampicarsi al primo piano del palazzo e raggiungere attraverso la finestra l'abitazione. 

Omicidio rampe San Giovanni Maggiore - foto Ansa

Gli agenti dell'ufficio prevenzione generale della Questura di Napoli sono a lavoro per capire cosa possa aver scatenato la furia del giovane. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

17enne uccide la madre adottiva a coltellate: le urla dal balcone, poi l'ingresso in casa di vigili del fuoco e polizia

NapoliToday è in caricamento