Coronavirus, Salvini: "Non c'è nessuna emergenza in corso, più contagiati tra gli immigrati che nei locali"

Il leader della Lega: "Se vediamo nelle grandi città non ci sono contagiati in gravi condizioni. Il 90% dei contagiati non entra neanche in ospedale"

(Matteo Salvini in una recente visita a Mondragone)

"Il virus di oggi non è quello di marzo, e le terapie intensive contano solo decine di posti occupati in tutta Italia. Non si può paragonare la situazione odierna a quella di marzo, si fa un torto ai morti, ai medici e agli infermieri. Non c'è nessuna emergenza in corso, chi dipinge l'Italia come un lazzaretto fa il male dell'Italia. Bisogna stare attenti": sono parole dell'ex ministro Matteo Salvini, leader della Lega, intervenuto al Meeting in corso a Rimini. 

Secondo Salvini "ci sono più contagi in alcuni centri per immigrati che non nei locali. Il 90% dei positivi non ha nessun sintomo, non entra neanche in ospedale. Faccio un appello ai giornalisti di verificare le notizie prima di darle perché di ricoveri in stato gravissimo, anche a Napoli, non esistono, quindi prima di allarmare e preoccupare le persone sarebbe meglio controllare la fondatezza delle notizie". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

Torna su
NapoliToday è in caricamento