Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Sono 253 con 7600 tamponi, con una percentuale del 3,38%

Il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca ha anticipato i dati del bollettino durante la diretta facebook in cui ha annunciato nuove misure: “Fino a quando decidevamo noi c’era un percorso, dopo l’apertura di tutto evidentemente siamo diventati la regione più esposta, perché siamo la regione con la maggiore densità abitativa”, ha detto De Luca. “Ora siamo in piena pandemia, la situazione è grave”.

“I dati dell’ultima settimana: 186, 195, 208, 159, 171, il 21 settembre 242, 156, 248, ieri 195, oggi 253 con 7600 tamponi con una percentuale del 3,38%. Se non avessimo fatto controlli per chi tornava dall’estero questi dati sarebbero raddoppiati. Abbiamo 25 ricoveri in terapia intensiva. Fino a dieci giorni fa i pazienti avevano età sotto i 30 anni, ora l’età si sta alzando. Dobbiamo prevedere più terapie intensive. In totale i positivi sono 14255. Possiamo arrivare in tempi brevi a 940 posti letto. La previsione dei nostri epidemiologi da qui al 21 ottobre è di un incremento di 5000 contagi. Oggi abbiamo una percentuale di asintomatici molto alta. Da qui a metà ottobre la situazione sarà delicata. Abbiamo il doppio dei contagi del 25 marzo. O decidiamo di convivere con il Covid e rispettare le regole oppure l'alternativa sarà la progressiva chiusura. Se continuiamo così dovremmo chiudere tutto”.

COVID-19: IL BOLLETTINO DI OGGI

Il picco

"Il picco sarà tra fine ottobre e inizio novembre. Dobbiamo fare oggi uno sforzo straordinario di controllo del territorio, altrimenti ci saranno momenti molto difficili. Siamo stati i primi a procurarci i vaccini antiinfluenzali. Quest'anno bisogna partire con la campagna già dal primo ottobre. Rivolgetevi alle Asl per effettuare il vaccino". 

DE LUCA: LA DIRETTA FACEBOOK DI OGGI

Più controlli e forze dell'ordine

In relazione all'ordinanza n.72 del 24 settembre 2020 (mascherine obbligatorie anche all'aperto in Campania), il Presidente Vincenzo De Luca ha scritto al Ministro dell'Interno chiedendo di definire un piano di impegno straordinario delle forze dell'ordine per garantire il rispetto delle misure di prevenzione e sicurezza sanitaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sollecitiamo il Ministro – ha scritto De Luca nella lettera inviata il 23 settembre – a comunicare il piano, in quanto come più volte segnalato, ogni misura sarà vana se non sarà assicurato un capillare controllo sul territorio in ordine all'osservanza delle prescrizioni volte al contenimento dei contagi. Si rinnova pertanto la richiesta di un impegno straordinario delle Forze dell'Ordine in campo e di un incremento numerico delle stesse, indispensabili all'efficacia delle attività di controllo inerenti all'emergenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • Divieto di spostamento tra province in Campania e zona rossa: ecco l'ordinanza n.82

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Coronavirus, la nuova ordinanza del Presidente De Luca: gli orari previsti per le attività

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy e KN95: ecco dove acquistarle scontate

  • Stop agli spostamenti interprovinciali (non giustificati), torna l'autocertificazione: la nuova ordinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento