menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza mobilità e traffico: il punto sui lavori

È stato presentato venerdì nella sede di via Cervantes 55 lo stato delle attività del Commissariato per l’emergenza mobilità e traffico che, dopo tre anni, chiuderà i battenti il prossimo 31 dicembre 2009. Il direttore: "Ora tocca ai privati"

E' stato presentato venerdì nella sede di via Cervantes 55 lo stato delle attività del Commissariato per l’emergenza mobilità e traffico. Le attività si concluderanno dopo tre anni il prossimo 31 dicembre 2009.

In risposta alle numerose critiche, relative all’utilità che abbia o non abbia avuto  in tre anni questo commissariamento il dottor Massa, direttore generale del Comune e soggetto attuatore del sindaco commissario per l'emergenza suolo e soprassuolo, dichiara che: “Un commissariamento d’emergenza non ha fonti finanziarie autonome, non può quindi iniziare nessuna attività senza copertura finanziaria, solo pochi mesi fa ci è arrivata la conferma da parte dell’assessore Nuzzolo dello stanziamento dei 15 milioni di euro necessari ai lavori, negli ultimi 60 giorni sono stati così messi in appalto una buona parte dei progetti presi in esame all’origine, ora spetterà ai privati, con la speranza che tutto il nostro lavoro non vada perduto”.

Tra progetti conclusi, opere in corso e opere in fase di appalto l’impegno del commissariamento ha interessato a 360 gradi la città, con maggiore attenzione alla zona della 5 municipalità.

I lavori sono stati da poco portati a termine in Via Foria, Corso Umberto I, via delle Repubbliche Marinare e Corso Malta, è invece ancora da definire la situazione di via Marina, complicata, spiega il dottor Massa, dalla scelta di una progettazione esterna e  dalla caduta dei lavori del sottopassaggio di Via Acton, strettamente collegati a quelli di via Marina.

"In questi tre anni si è lavorato internamente, senza nessuna consulenza esterna, sono stati assunti dieci giovani di qualità tra architetti e ingegneri promossi direttamente dalle università" continua Massa, che punta forte il dito sull'importanza della progettazione totalmente interna al Comune e al commissariato, che ha permesso di risparmiare e di velocizzare i lavori lì dove è stato possibile.

Per il trasporto pubblico su ferro è stata conclusa la sede tranviaria in via Nuova PoggioReale con annessa sistemazione dell’intera sede stradale e in Via Stadera tratta Emiciclo. Sono invece in fase di realizzazione, sempre in via Stadera, la tratta cupa Principe e la tratta S.M. del Pianto.

Per quanto riguarda i parcheggi pertinenziali, sono stati presentati fino ad oggi 145 progetti di cui 26 approvati e in fase di bando e solo uno portato a termine e gia operativo per 220 posti auto, il parcheggio di celebrano.

Dei 5 Parcheggi in project financing, due sono in fase di bando (Masaniello,Matteotti), uno è stato escluso per difformità del capitolato (Cilea ), uno è in riproposizione di gara (Giustiniano) e uno è in fase di analisi (Dohrn).

Da non dimenticare anche il parcheggio Brin di cui 300 posti verranno resi agibili proprio in questi giorni.

“Si è speso meno del 2% stimato”, conclude Massa “ e siamo riusciti li dove abbiamo potuto a sbloccare alcune delle situazioni che ci siamo ritrovati tra le mani, questo era il nostro compito e crediamo di aver fatto del nostro meglio”.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento