Cronaca

Castellammare, sequestrati nella notte cento chili di totani

Operazione anti-frodo nell'ambito dei controlli sulla filiera della pesca a conferma del continuo impegno degli uomini della Guardia Costiera. Sequestrate anche lampade, lenze e ami luminosi

La notte scorsa la Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia comandata dal capitano di fregata Savino Ricco ha portato a termine un'operazione anti-frodo nell'ambito dei controlli sulla filiera della pesca, a conferma del continuo impegno degli uomini della Guardia Costiera. L'operazione è stata compiuta in nottata nei porti di Piano di Sorrento, di Massa Lubrense e di Marina del Cantone dove i militari della Guardia Costiera, a seguito di una segnalazione, hanno effettuato 15 controlli su altrettante imbarcazioni da diporto accertando che alcune di esse erano state utilizzate illegalmente per la pesca dei totani senza avere la licenza e le previste autorizzazioni.


Le quattro squadre della Capitaneria hanno sequestrato oltre 100 chilogrammi di totani ed elevato sette verbali amministrativi per un totale di 7mila euro. Sequestrate anche le attrezzature utilizzate abusivamente come lampade, lenze e ami luminosi. Per il comandante Savino Ricco: "Questo sequestro ribadisce il nostro strenuo impegno contro la pesca illegale, a tutela dei consumatori e dell'onesto lavoro dei pescatori professionisti autorizzati. E' importante ricordare che la pesca illegale è un grande danno per i pescatori professionisti, ma costituisce anche un grave pericolo per la salute pubblica per assoluta impossibilità di tracciare il pescato e perché c'é una conseguente carenza igienico-sanitaria legata alla conservazione e al trasporto, in questo caso dei totani, ed è una cosa su cui non si può transigere".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castellammare, sequestrati nella notte cento chili di totani

NapoliToday è in caricamento