Cronaca

Carolina incinta e in coma: il marito spera ancora

La giovane, in un letto della Rianimazione al Cardarelli, è stata ferita con un colpo di pistola al capo durante un litigio nel quale è stato ucciso il padre

Carolina Sepe

Carolina Sepe, giovanissima e incinta. È stata ferita con un colpo di pistola al capo durante un litigio nel quale è stato ucciso il padre. A sparare è stato il suo vicino di casa, l'ex guardia giurata Domenico Aschettino. Immediata la corsa in ospedale, ma il tentativo di salvare la vita a Carolina si è dimostrato da subito impresa ardua. Nelle scorse settimane è stata sottoposta ad un delicatissimo intervento di decompressione oste-durale e rimozione di frammenti ossei e schegge di proiettile.

Ora, come spiega il Corriere della Sera: "Carolina è nell’esistenza muta del coma, in un letto della Rianimazione al Cardarelli di Napoli. Dentro di lei un esserino grande nemmeno quindici centimetri vuole vivere. Siamo alla diciottesima settimana,metà del quarto mese. E dai sei mesi in poi, valutano i medici, in teoria ogni giorno è buono perché nasca. «Se sarà un maschietto lo chiameremo Vincenzo, così avrà lo stesso nome e cognome del suo povero nonno ammazzato» annuncia il marito di Carolina, Giampiero".


E il consorte non si arrende: "Ho registrato con il telefonino un video del nostro bambino di due anni e l’altro giorno le ho fatto sentire la sua voce. Le scendevano le lacrime. Allora l’ho rifatto altre volte e lei ha pianto ancora. Io sono sicuro che mi sente e sente la voce di nostro figlio. Sono sicuro che capisce. Non può comunicare né muoversi ma capisce. Può guarire e tornare a casa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carolina incinta e in coma: il marito spera ancora

NapoliToday è in caricamento