menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri

Carabinieri

Scommesse clandestine sul calcio: colpito il business dei Casalesi

Coinvolti 38 esponenti del clan nelle province di Napoli e Caserta, in Calabria, Puglia e Sicilia. Sequestri per tre milioni di euro. Scoperto grazie alle indagini un complesso e articolato sistema

Alcuni esponenti del clan dei Casalesi sono stati arrestati nelle province di Napoli e Caserta, in Calabria, Puglia e Sicilia in un'operazione dei Carabinieri che hanno smantellato un sistema per la raccolta di scommesse su incontri di calcio su piattaforme 'on line' mutuate da quelle dei Monopoli di Stato. Sono in corso sequestri per tre milioni di euro.

I Carabinieri stanno eseguendo provvedimenti cautelari emessi su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli al termine di indagini condotte dai Ros. I reati ipotizzati sono, tra l'altro, di concorso esterno in associazione di tipo mafioso e associazione per delinquere finalizzata all'esercizio abusivo di attività di gioco e scommesse. Nelle indagini è stato scoperto un complesso e articolato sistema che consentiva secondo l'accusa all'organizzazione di raccogliere scommesse su partite di calcio, utilizzando piattaforme informatiche illegali mutuate da quelle attive nei concessionari autorizzati dall'Amministrazione dei Monopoli di Stato.


Gli investigatori hanno scoperto anche che, sulle piattaforme informatiche illegali, veniva manipolata la visualizzazione di alcuni eventi sportivi per orientare in modo fraudolento le vincite, ai danni di scommettitori che erano all'oscuro di tutto. Sono 38 le ordinanze in corso di esecuzione da parte dei Carabinieri in Campania, Calabria, Puglia e Sicilia nell'ambito dell'inchiesta che ha portato alla scoperta di un sistema per la raccolta di scommesse su incontri di calcio su piattaforme 'on line' mutuate da quelle dei Monopoli di Stato, controllato da esponenti del clan di camorra dei Casalesi. Delle ordinanze - si è appreso da fonti investigative - 15 sono in carcere, sei agli arresti domiciliari e 17 sono divieti di dimora nella regione Campania. I reati ipotizzati sono concorso esterno in associazione di tipo mafioso e associazione per delinquere finalizzata all'esercizio abusivo di attività di gioco e scommesse. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento