rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Cronaca

Bomba d'acqua su Napoli e provincia, fulmine colpisce campanile di una chiesa

Allagamenti e disagi a Napoli e in provincia

Una vera e propria bomba d'acqua sta attanagliando Napoli e provincia. A Pozzuoli un fulmine ha colpito il campaniledella chiesa di Santa Maria delle Grazie in piazza della Repubblica, danneggiando il tetto e provocando lo sbriciolamento della copertura, con la conseguente caduta di calcinacci. Ad Arco Felice sulla rampa di uscita di una variante della statale 7 quater vento e pioggia hanno abbattuto un albero, creando un grave intralcio alla circolazione. Allagamenti anche a Licola e Monterusciello.

Blitz artico, freddo e temporali

Sono gli effetti del temuto blitz Artico che sta portando e porterà forti temporali e un abbassamento delle temperature sino a 10 gradi in meno rispetto alle attuali. Tanti i disagi in numerosi quartieri della città e in provincia. A Chiaia diversi negozi sono stati costretti a chiudere per gli allagamenti. Si segnala poi sempre a Chiaia un black out elettrico. Allagamenti anche a Licola e Monterusciello.

Temporale a Napoli (Foto Sax Palumbo-NT)

ALLAGAMENTI, LA DENUNCIA DEL TITOLARE DI UN BAR: COSTRETTI A CHIUDERE

Allerta meteo

La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo per piogge e temporali con conseguente criticità idrogeologica di colore Giallo, a partire dalle ore 20 di stasera 2 ottobre e fino alla stessa ora di domani. Sull'intero territorio regionale, eccezion fatta per le zone 2 (Alto Volturno e Matese) e 4 (Alta Irpinia e Sannio), si prevedono "Precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, puntualmente anche intense". Sono previste anche possibili raffiche di vento nei temporali.

I fenomeni temporaleschi sono caratterizzati da una incertezza previsionale e rapidità di evoluzione. Tra i fenomeni possibili anche fulminazioni, grandinate e caduta di rami o alberi, danni alle coperture. Nel rischio idrogeologico si segnalano "ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale, possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse".

In particolare sulla zona 3 (Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini), tra i principali scenari di evento ed effetti al suolo si segnalano anche "possibili occasionali fenomeni franosi superficiali legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, in bacini di dimensioni limitate". La Sala operativa regionale raccomanda agli enti competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba d'acqua su Napoli e provincia, fulmine colpisce campanile di una chiesa

NapoliToday è in caricamento