Torre del Greco, in manette scissionista del clan Falanga-Di Gioia

Arrestato dai carabinieri Antonio Gaiezza dopo un inseguimento a via Panoramica

Dallo scorso ottobre aveva fatto perdere le sue tracce per sfuggire al carcere dopo una condanna a sei anni e tre mesi di reclusione per associazione mafiosa. Oggi è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Torre del Greco che hanno stretto le manette ai polsi ad Antonio Gaiezza, 41enne di Torre del Greco, ritenuto dalla Direzione distrettuale antimafia appartenente agli scissionisti del clan Falanga-Di Gioia.

L'inseguimento

I militari lo hanno riconosciuto a bordo di uno scooter insieme a un 21enne incensurato di Boscotrecase. Si sono subito lanciati all'inseguimento quando si sono resi conto che i due hanno tentato la fuga appena visti gli uomini in divisa. I due sono stati bloccati lungo via Panoramica dopo un inseguimento. Gaiezza è stato portato in carcere a Secondigliano eseguendo l'ordine di carcerazione che pendeva sul suo capo mentre il guidatore dello scooter è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Rissa nel Vasto, "grida disumane". Un quarantenne finisce in ospedale

  • Tragedia in Kenya: napoletano muore durante il viaggio di nozze

  • Amichevole in famiglia in casa Juve, cori contro i napoletani: Sarri fa finta di nulla

  • Tony Colombo, attacco da Borrelli: "Senza casco e sul marciapiede, esempio di inciviltà"

  • Tragedia all'isola d'Elba: napoletano trovato morto nella casa in cui era in vacanza

Torna su
NapoliToday è in caricamento