menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Preso Vincenzo Capone, esponente dei Crimaldi di Acerra

Vincenzo Capone, latitante ed esponente del clan camorristico dei Crimaldi di Acerra, è stato arrestato la notte scorsa. L'uomo era latitante da marzo scorso. I carabinieri lo pedinavano e tenevano sotto osservazione già da giorni

Vincenzo Capone, uno tra i cento ricercati più pericolosi d'Italia è stato arrestato la scorsa notte a Casagiove (Caserta). Il fermo è stato eseguito dai carabinieri del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna.

Capone, 37enne esponente del clan camorristico dei Crimaldi di Acerra, è stato sorpreso a bordo di un'auto guidata dalla sua convivente: Laura Pizzo, 31 anni. I militari, guidati  dal tenente colonnello Fabio Cagnazzo, avevano individuato da giorni il suo nascondiglio e tenuto Capone sotto osservezione.

L'uomo era latitante dal marzo scorso, quando venne emesso nei suoi confronti dalla magistratura un provvedimento di fermo di indiziato di delitto, successivamente tramutato in ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Le verifiche eseguite successivamente all'arresto, hanno permesso ai carabinieri di individuare l'abitazione in uso al latitante, lontana poche centinaia di metri dal luogo in cui è stato rintracciato. Sono in corso ulteriori verifiche per accertare la titolarità dell'appartamento e a quale titolo il latitante ne avesse la disponibilità.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

social

Lotto, estrazione di giovedì 22 aprile 2021

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Omicidio Cerrato, i Carabinieri fermano quattro persone

  • Cronaca

    Zona gialla per quasi tutte le regioni, Campania in bilico

  • Attualità

    Concorso Sud 2800 posti, oltre 18mila domande dalla Campania

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento