rotate-mobile
Cronaca Crispano

Era il terrore delle prostitute: rapinatore napoletano finisce in carcere

Per le rapine usava una pistola giocattolo

Un 33enne di Crispano è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Marcianise per rapina e tentata rapina ai danni di due prostitute rumene in viale Carlo III a Caserta. I due episodi si sono verificati tra la tarda serata di venerdì e la notte di sabato, a distanza di poche l'uno dall'altro.

Come riporta CasertaNews, tutto è iniziato intorno all'1,15 quando il 33enne, a bordo della sua Fiat Grando Punto, di colore bianco, ha avvicinato una 34enne prostituta e con la scusa di voler consumare un rapporto sessuale. L’ha fatta salire in macchina. Mentre si allontanavano per appartarsi in zona isolata l’uomo ha estratto una pistola, poi risultata essere “giocattolo”, e dietro minaccia dell’arma ha intimato alla donna di consegnargli il denaro. La vittima, dopo aver consegnato la somma di 30 euro in suo possesso si è vista rinnovare la richiesta. Ancora sotto minaccia dell’arma ha riferito al rapinatore di avere altro denaro conservato nella sua autovettura e che per averlo doveva riaccompagnarla dove l’aveva prelevata. Giunti alla sua vettura, la donna appena scesa, ha iniziato a urlare costringendo così il rapinatore a scappare.

La sera dello stesso giorno, verso le 22,45, i carabinieri sono intervenuti in via Carlo III per un tentativo di rapina in danno di una 22enne prostituta rumena. Ai carabinieri intervenuti quest’ultima ha raccontato di essere stata avvicinata da un uomo che l’aveva invitata a salire a bordo di una Fiat Grande Punto bianca per consumare un rapporto sessuale. Che mentre si dirigevano in luogo appartato era stata minacciata con una pistola di consegnare il denaro, 20 euro, in suo possesso e che l’uomo, ritenendoli insufficienti, l’aveva scaraventata fuori dalla vettura in movimento. Ai carabinieri, la vittima è riuscita a fornire il numero di targa della vettura.

E’ proprio grazie a quest’ultima preziosa indicazione che i militari dell’Arma sono risaliti all’identità del rapinatore. Si sono quindi appostati nei pressi della sua abitazione e al rientro lo hanno bloccato ed arrestato. L’arma, una pistola scenica priva di tappo rosso, del tipo Beretta calibro 9x21, modello 92 fs, rinvenuta durante la perquisizione personale cui l’uomo è stato sottoposto, è stata sequestrata. L'arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Era il terrore delle prostitute: rapinatore napoletano finisce in carcere

NapoliToday è in caricamento