menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La conferenza stampa

La conferenza stampa

Buon vento Napoli! L'America's Cup è realtà, Bagnoli a gonfie vele

A Castel dell'Ovo, in una sala gremita da giornalisti provenienti da tutto il mondo, le tappe napoletane dell'America's Cup World Series. Presenti il sindaco de Magistris, Stefano Caldoro e Richard Worth

L'America's Cup di Vela per Napoli non è più sogno ormai, ma una splendida realtà fondamentale per il rilancio di una città troppo ferita negli ultimi anni della sua vita.

Nello splendido scenario di Castel dell'Ovo, in una sala conferenze gremita da giornalisti provenienti da tutto il mondo, sono state presentate, infatti, le tappe napoletane dell'America's Cup World Series, in programma nelle acque del golfo partenopeo ad Aprile 2012 e a Maggio 2013.

Un evento che potrà contribuire senza ombra di dubbio a riabilitare l'immagine di Napoli agli occhi del mondo e che servirà a risollevare le sorti economiche della città partenopea, tanto che secondo uno studio Deloitte, l'impatto economico diretto e l'indotto, dettato da questo evento, sarà di quasi 40 milioni di euro, con una previsione di circa 400 mila nuovi turisti in arrivo all'ombra del Vesuvio.

Raggiante il Sindaco Luigi de Magistris, indiscusso protagonista di questa grande vittoria della città: "Oggi per Napoli è una bella giornata - esordisce il primo cittadino partenopeo - La nostra terra ha una cornice unica e sono orgoglioso di poter offrire la nostra città in questa vetrina al mondo". "L'America's Cup - prosegue de Magistris - è fondamentale per il rilancio della città in termini di sviluppo, turismo, immagine e di posti di lavori. Sarà l'occasione giusta per avere una maggiore attenzione da parte di tutte le istituzioni e di creare numerosi eventi collaterali attorno alla manifestazione". "Il mare - conclude il sindaco - dev'essere visto come una risorsa strategica della nostra città, anche in termini di sviluppo e lavoro. Ora bisogna solo accelerare i tempi in vista di questo grande evento. Napoli si farà trovare pronta per aprile 2012".

Anche il governatore della Regione Campania Stefano Caldoro, esprime tutta la sua soddisfazione per l'importante obiettivo centrato: "Siamo tutti felici di trovarci qui quest'oggi. Un anno fa, quando abbiamo cominciato a pensare a questa possibilità insieme con Paolo Graziano ed Aurelio De Laurentiis, ci sembrava lontana, mentre ora è realtà. L'America's Cup è un evento sportivo, ma anche spettacolare, che coinvolgerà tutta la regione. Saranno previsti - dice il presidente della Regione - investimenti culturali e turistici per l'area flegrea". Caldoro ha poi sottolineato il gran lavoro dei primi mesi da sindaco di De Magistris, segno di un bel clima tra le istituzioni, nonostante le divisioni politiche: "Il Comune in questi primi mesi ha dimostrato grande forza e volontà di organizzare grandi eventi facciano da volano per far rinascere la città di Napoli".

Presente anche il presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro, che ha voluto anch'egli sottolineare l'importanza del clima collaborativo con Comune e Regione: "La collaborazione tra gli enti istituzionali, aldilà degli opportunismi politici, è quanto mai fondamentale. L'America's Cup, oltre a promuovere la città di Napoli, contribuirà a far conoscere ulteriormente nel mondo anche il litorale flegreo, le nostre isole ed il Vesuvio. Questo evento dev'essere per la nostra terra un punto di partenza e non di arrivo". "L'America's Cup - conclude Cesaro - deve rappresentare in piccolo, quello che all'inizio degli anni 90' sono state le Olimpiadi per Barcellona".

Il presidente del comitato grandi eventi dell'America's Cup Richard Worth, si scusa per l'inglese e ringrazia Napoli "per la passione e l'impegno che le istituzioni stanno mettendo in questa avventura". "Per Napoli - dice Worth - parla la storia e l'America's Cup è un evento sportivo storico, ma che guarda sempre al futuro. Noi siamo pronti affinchè queste World Series siano un grande evento spettacolare, che coinvolgerà migliaia di persone. Tanti turisti ed appassionati da tutto il mondo, affolleranno Napoli, un posto speciale dove gareggiare". "Sarebbe bello - conclude Worth - che ci fosse in gara anche un team italiano. Napoli-America's Cup sarà sicuramente un binomio vincente, perciò mi sento di dire: Forza Napoli!".

Sull'eventualità di una barca napoletana in gara, interviene il presidente dell'Unione Industriali di Napoli Paolo Graziano: "Stiamo lavorando alacremente affinchè questa ipotesi si concretizzi. L'organizzazione ci ha messo a disposizione una barca, che sarebbe logisticamente stata difficile da costruire per una questione di tempi - spiega Graziano - . Ora, dunque, non ci resta che formare un team in grado di primeggiare e trovare gli sponsor necessari per la realizzazione del progetto, nel quale potrebbe essere coinvolto anche Francesco De Angelis". Graziano, inoltre, da buon imprenditore, guarda anche all'aspetto economico che l'evento può avere sulla città: "La ricaduta economica sarà impressionante. Per il 2012 c'è già quasi il tutto esaurito a livello di presenze turistiche. Su Bagnoli, poi, si è acceso un riflettore mondiale. Di ex aree industriali ce ne sono in tutto il mondo e sono fiducioso - conclude - che tutto verrà fatto per il meglio".

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento