menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fortuna Loffredo e Antonio Giglio

Fortuna Loffredo e Antonio Giglio

Parco Verde, due alberi per ricordare Fortuna e Antonio

La cerimonia è avvenuta oggi, a due anni dalla morte della piccola Chicca. L'avvocato Pisani: "Chiediamo verità, e che lo Stato finalmente intervenga"

Cresceranno a poca distanza dai punti in cui i due bambini trovarono la morte. Due alberi, un cedro e un pino, sono stati oggi piantati un'aiuola del Parco Verde di Caivano. Ricorderanno Fortuna Loffredo e Antonio Giglio, precipitati nel vuoto dallo stesso edificio ad un anno di distanza l'uno dall'altra.

I due alberi, donati dall'Orto Botanico, sono stati piantati al termine di una preghiera, a due anni esatti dalla tragica morte della piccola Chicca. Oggi intanto si sono chiuse le indagini su Raimondo Caputo, l'uomo accusato di aver violentato e quindi ucciso la bambina.

"Stamattina abbiamo piantato due alberi nel Parco Verde – ha spiegato l'avvocato Angelo Pisani, legale del padre di Fortuna e di quello di Antonio – per ricordare due bambini, per testimoniare la speranza, la voglia di vivere e soprattutto il dovere di tutelare i bambini e i ragazzi di questi territori. Chiediamo che la verità venga stabilita, che vengano individuati tutti i colpevoli". "Dobbiamo – conclude l'avvocato - costringere lo Stato a intervenire".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Vitamina E, Covid e sesso. Cosa sapere

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento