menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Agrimonda

Agrimonda

Mariglianella: il mostro "Agrimonda" sarà rimosso

Il Consigliere regionale: "Abbiamo fatto tutto ciò che era nelle nostre competenze, mettendo rimedio ad una situazione dannosa per i cittadini che si protraeva dal lontano 1995"

  "Il mostro verrà rimosso, l’area del sito inquinato Agrimonda sarà bonificato. Dopo tanti anni di battaglie e di false speranze alimentate dai politici di turno, possiamo esprimere finalmente grande soddisfazione per l’avvio a soluzione della vicenda del sito Agrimonda, una delle grandi bombe ecologiche campane- scrive su marigliano.net, Gabriele Corrado, consigliere regionale".

"Tutto verrà fatto grazie alla caparbietà delle associazioni ambientaliste del luogo, alle battaglie congiunte della società civile, e grazie anche all’impegno della Commissione Consiliare Speciale per il controllo delle bonifiche ambientali e i siti di smaltimento rifiuti ed ecomafie di cui sono membro dell’ufficio di presidenza, guidata da Antonio Amato. Il Ministero ha stanziato un milione di euro per la rimozione dei rifiuti tossici dal sito".

"Dopo diversi sopralluoghi e incontri con la comunità locale e le associazioni, abbiamo fatto tutto ciò che era nelle nostre competenze e possibilità, mettendo così rimedio ad una situazione dannosa per i cittadini della zona, che si protraeva dal lontano 1995: il mostro verrà, dunque, rimosso. Una vittoria per l'intera popolazione di Mariglianella. Ora, non resta che vigilare sull'intera procedura di smaltimento, ed accertarci che tutto proceda come si deve. Meglio tardi che mai".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento